giovedì, agosto 17, 2006

UN FUTURO LONTANO DAL FRIGO

Deve essere la giornata.
Già tre mie amiche di blog, Francy, Pfd'ac e Francesca, hanno trattato, anche se in maniera diversa, l'argomento immagine e magrezza/grassezza.
Io sto vivendo il mio personale SABATO DEL VILLAGGIO, nel senso che sto aspettando il momento di iniziare la tanto sospirata dieta.
Io e la mia beneamata sorella, ci siamo finalmente decise, dopo un'estate fatta di birrozze, cene in terrazza, gelati e bibite varie. Infatti, il giro vita sta andando per i fatti suoi e poco ci manca che perda completamente la propria identità.
Già mi vedo, seduta a tavola, con davanti il bicchierino della triste acqua, il petto di pollo bianco come il latte che mi fissa dal piatto, e qualche anonima verdura lessa che occhieggia dalla ciotola.
Certo è, che iniziare una dieta a inizio autunno, significa precludersi le cioccolate calde, tutte quelle meravigliose cosette ipercaloriche che ti riparano dal freddo e che sanno tanto di inverno.
Però, mi rendo conto che è una cosa che devo fare. Lo specchio mi respinge inorridito, i miei jeans riescono a stare su anche senza cintura, non riesco ad immaginare la somma dei chili che ho incamerato.
Ed è per questo, che lunedì, prenderemo appuntamento con la dietologa.
A parte tutto, anche per un fatto di salute. Parlo di me, non ho più 20 anni e il mio metabolismo lavora in maniera molto diversa, rispetto a qualche tempo fa.
E dunque, cari amici miei, mi aspettano giorni di stenti. Giorni nei quali la mia mente sarà piantata dentro al frigorifero, e il mio pensiero primario sarà quello di farmi un bel piatto di bracioline fritte, annaffiate da un vinellino rosso che resusciterebbe anche i morti.
Però, tra qualche mese, tornerò un figurino, i jeans riprenderanno ad aver bisogno di cintura, e il mio girovita riacquisterà l'identità che si merita.
Non resta altro che iniziare il patimento, le soddisfazioni ci saranno, la fame, quella, arriverà prima!

14 commenti:

Avanguard ha detto...

E' vero i sacrifici di una dieta sono tanti e l'ho visto spesso per lavoro, però vuoi mettere la soddisfazione di arrivare alla metà e la sensazione di sentirsi attraenti in maniera del tutto nuova, quando una sera per caso ci si specchia distrattamente (ma neanche troppo) prima di uscire?

alicesu ha detto...

sono a dieta da una vita. E ho perso 22 chili.
Ora sono in pausa e sto bevendo latte, birra e mangiando quel che mi pare. Ma tra poco mi sa che ricomincerò anche io, giusto per non riprenderli tutti.
Ti sono vicina . La dieta è una delle cose più tremnde che esistano. ma da soddisfazione

Francesc@ ha detto...

Ho perso il conto delle centinaia di kili persi nella mia vita e soprattutto di quelli presi.... ora ho fatto pace con me stessa e con la mia mole.
Auguri per la vostra dieta!

Anonimo ha detto...

Anche io mi sono mesa a dieta. Ho preparato un pentolone gigante di minestrone, in sostituzione della pasta. Ma al matino non rinuncio al capucino e brioche al bar. Per smaltire faccio tante caminate. Auguri il segreto penso sia di mangiare quello che non piace per mangiare di meno.

Anonimo ha detto...

La dieta servirebbe (eccome) anche a me. Ma sto continuando a rimandare (e la cosa non va bene). Spero nella tua riuscita...così sarai un buon esempio anche per me!
Certo che tra le mie blogamiche ci sei anche tu! Ci mancherebbe altro!!!!! Bacione Betta

francy ha detto...

In bocca al lupo ragazze!!!!
:D

sandro ha detto...

hai tutto il mio appoggio e la mia ammirazione! io non credo che riuscirei a fare una dieta. però avrei aspettato la fine del'estate, meno tentazioni, meno serate e meno gelati.
in ogni caso, come è stato gia detto, vuoi mettere la soddisfazione ad obiettivo raggiunto?

zdora ha detto...

io sono allergica alle diete, le inizio, dimagrisco e mi tranquillizzo, così cedo tanto"cosa vuoi che sia il cioccolato, sono dimagrita"...sempre la stessa storia. ma per me il segreto non è mangiare cose che non piacciono, se non c'è un po' di soddisfazione viene ancora + fame!

Scipione ha detto...

Tu parli di diete e io ho gia fame.

Un saluto

Barbara23 ha detto...

A dieta sì, ma con giudizio, mi raccomando! :)

Memole31 ha detto...

Oddio le diete nooooo =(((

sandro ha detto...

ci sono diete che in cui non ci si sacrifica affatto, anzi!!
http://maidireblog.blog.kataweb.it/mai_dire_blog/2006/08/la_miglior_diet.html#comments

Miss Dickinson ha detto...

Diciamo che adesso sto facendo il percorso inverso, ovvero, cerco di togliermi un po' si sfizi, in previsione delle privazioni.
Grazie delle belle parole ragazzi, so che mi capite e mi sarete vicini nei giorni lunghissimi di stenti.
Su una cosa sarò irremovibile. Come ha detto anonimo/a, al cappuccino e cornetto al bar cercherò di non rinunciare, capisco la dieta, ma con moderazione.
Io non ho fretta di dimagrire in un mese, preferisco metterci dei mesi ma mangiare un po' di più, che perdere tutto subito e morire di fame.

Pfd'ac ha detto...

Per seguire una dieta seria ci vuole troppa disciplina, così faccio delle belle corse.