mercoledì, agosto 09, 2006

L'Inferno Ha Le Porte Automatiche


Ieri sono andata in banca e ho chiesto il saldo del mio conto corrente.
Dovete sapere che quello, parlo del momento in cui chiedo il saldo, è l'apice della mia ansia, il momento in cui Anthony Perkins sferra la coltellata mortale a Janet Leigh sotto la doccia.
Non mi piace leggerlo lì, davanti al cassiere, così preferisco uscire, con le mani tremanti e straziarmi non appena la maledetta porta si chiude alle mie spalle.
Presa da panico, ieri, ho letto una cifra per un'altra, del tipo: 900 euro, invece di 4000. e sparo cifre a caso. Ovvio che il mio conto corrente è top secret, non voglio che poi vi sentiate in obbligo di mandarmi un obolo.
Comunque, dopo aver letto del presunto scempio, la mia vita è piombata nel baratro dei senzatetto.
Ho immaginato una esistenza futura, fatta di stenti ( già ora non scherzo..), niente più colazione al bar, cene frugali a base di pane e fagioli (una mano santa per la mia colite spastica), prospettive generali, NESSUNA.
Ho fatto la spesa e ho lasciato al supermercato una cifra considerevole, altro cazzotto in pieno viso e la prima lacrima si è affacciata timidamente al mio occhio sinistro.
Poi, ho ricontrollato il fogliettino datomi dalla banca, quasi più per incentivare il pianto, che altro.
E a quel punto, L'ARCOBALENO E' TORNATO AD ILLUMINARE IL CIELO!
Come mi succede spesso, leggo fischi per fiaschi, se vengo presa dal panico perdo la lucidità e la concentrazione, tanta è la bramosia di sapere cosa mi riserverà il futuro da correntista. Per farla breve, invece di leggere l'importo già sul conto, ho letto la cifra che avevo appena depositato.
Ci credete se vi dico che ho fatto un viaggio nel culo degli inferi e sono tornata?

15 commenti:

alicesu ha detto...

Oramai sei tra le ultime persone che sento di sera.. E finisco la giornata con un sorriso!
Tra l'altro, bella l'ida di aggiornare il Blog la sera, invece che alla mattina. quasi quasi..

Tomas ha detto...

Mi hai fatto troppo ridere...
E' capitato anche a me....
Solo che è durato qualche secondo il panico....
Non credendoci ho riguardato subito bene il foglietto....e...tadààààà !
Non era molto distante dalla cifra che avevo visto in precedenza...ma pur sempre un sollievo rispetto a prima ^______^

sandro ha detto...

^________^
come è ststo il viaggio?
mi aggiungo al coro! anche a me è successo. stavo pure telefonando per protestare, mi sono accorto del mio errore mentre parlavo con l'adetto e gli ho chiuso il telefono in faccia

Anonimo ha detto...

Il mio conto in banca dopo il matrimonio ormai è una tragedia...e capisco benissimo come ti senti quando lo leggi! Magari butta un occhio al regolamento del burraco. E' un gioco davvero simpatico! Bacione Betta

AlbicoccoalCuraro ha detto...

e comunque se hai bisogno di soldi,sei stata fortunata ad avermi incontrato!
(ho una nuova stampante epson da paura...)

Elessa ha detto...

Non sai quanto ti capisco è un periodo di spese e il saldo è doloroso come una coltellata!!!

Barbara23 ha detto...

Il saggio dice che le gioie più belle sono quelle arrivate dopo una grande paura. :)))

francy ha detto...

Povera Miss chissà che spavento!!
Però chissà che gioia indescrivibile quando ti sei accorta che era tutto uno sbaglio!!!
:D

Anonimo ha detto...

Pensa invece chi rifiuta una eredità di 2 milione e continua a fare il lavapiatti, un italiano fuggito a Londra per evitare la madre che li ha lasciato questa eredità che lui non vuole. A me questa persona mi fa invidia. Invidio tutti coloro che hanno un rapporto staccato con i soldi, purtroppo non è il mio caso. Bisognerebbe arrivare ad essere staccati e leggere il propio conto in banca con indiferenzia qualunque sia il saldo. Mal che ti vada il tuo nominativo di Miss non segue l'inflazione, ma come mai hai scelto questo nome Miss ?

Miss Dickinson ha detto...

Alice: aggiorno la sera perchè vado a letto tardi ed è diventata una bella abitudine. Il giorno ho poco tempo, a parte oggi, mentre la sera ho tutto il tempo che voglio. Grazie per le belle parole.
Ragazzi, è stato un incubo che non vi dico.
Il viaggio è stato terribile, non esagero se vi dico che ho visto tutto nero per una manciata di secondi.
barbara è vero. Appena ho realizzato l' errore sono corsa da Euronics con l'idea di comprare qualcosa. Poi non ho comprato niente, ma l'intenzione c'era.
Anonimo, Miss Dickinson viene dal film FIORE DI CACTUS, con Ingrid Bergman, miss Stefania Dickinson, e Walter Matthau.

alicesu ha detto...

quasi quasi comincio anche io di notte... ieri ti ho imitato!

alicesu ha detto...

quasi quasi comincio anche io di notte... ieri ti ho imitato! 1

Avanguard ha detto...

Ti capisco bene Miss Dicky, io ho tre conti e li devo per forza avere per questioni di lavoro e con tutti quei fogli da consultare ogni volta rischio di diventare matto :/

Scipione ha detto...

Solo chi ha soldi ha problemi con i soldi.
Chi invece come me di soldi non ne ha, avrà sicuramente tanti tipi di problemi ma di certo non avrà problemi con i soldi.

Un saluto

Francesc@ ha detto...

Cavolo, queste sono esperienze che ti segnano per sempre! Ma almeno quando hai scoperto di esserti sbagliata sei andata a fare shopping?