lunedì, settembre 22, 2008

IL POTERE DEL TELECOMANDO

Abituata come sono alle peggiori nefandezze televisive, ho capito che in realtà sto avendo una specie di rigurgito per tutto quello che fino a poco tempo fa mi incuriosiva.
Allora: un ragazzo affetto da una grave malattia che lo condurrà ad una sicura cecità, decide di portare la sua amata moglie in una trasmissione televisiva per comunicarle che entro breve diventerà completamente non vedente e che ha una grandissima paura di questa sua futura condizione. Lei ne è al corrente, ma pare non accettarlo completamente, quindi il marito, con accanto Claudio Baglioni in grande spolv
ero, si presenta a “C’è posta per te” per l’ennesimo tristissimo siparietto della serata.
Non ho nemmeno visto 5 minuti di questa barbarie, la storia di questa coppia mi ha indotto a passare oltre, a dimenticare il rito della busta, dei postini e della De Filippi in versione assistente sociale.
Credo che la prima puntata sia stata forse una delle più tristi. Non si può proporre di sabato sera una sequela di tragedie strappalacrime. E non si può scomodare Raul Bova, Francesco Totti e Claudio Baglioni, per assistere a situazioni strazianti di fronte alle quali era palese il loro disagio.
E mi domando anche come sia possibile, in prospettiva di un futuro così buio, che un ragazzo possa decidere di andare in tv, e a fare cosa? A far cantare la canzoncina a Claudio baglioni, guarda caso "Questo piccolo grande amore”, così lui fa un po’ di promozione agli affaracci suoi, la Maria c’ha l’ospitone canoro e vissero tuti felici e contenti a parte la sciagurata co
ppia sui divanetti.
Ci vedo dell’insano cinismo in tutto questo, soprattutto perché, che sia vero o meno, il continuo speculare sui sentimenti alla lunga diventa fastidioso e sgradevole.
E la Maria pare non averlo capito e forse fa bene visti i risultati. In fondo il pubblico ha quello che si merita e probabilmente un Baglioni che decide di cantare una canzone del ‘72, piuttosto che qualcosa di più recente, è assolutamente in linea con una trasmissione che ormai sta raschiando il barile dei drammi umani senza nessuna vergogna.

16 commenti:

Anna Paola ha detto...

Complimenti! Il tuo blog ha ricevuto il premio WEBLOG!!!

Anna Paola

Caustica ha detto...

Oltre che inquietante e triste, è anche di cattivo gusto. Non solo per i protagonisti di questa triste vicenda ma anche per chi l'ha promossa in tv

gds75 ha detto...

non conoscevo questa cosa così penosa, ma ti giuro che leggendo mi sono venuti i brividi....

Roberta ha detto...

non riesco neanche a commentare decentemente, per quanto sono schifata!

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Purtroppo le poche volte che ho visto c'è Posta per Te, mi sono commosso, perchè a volte ci sono storie devastanti. Però se ci si pensa bene è veramente squallido andare a raschiare il barile così a fondo.

Anonimo ha detto...

Noi eravamo a casa con amici e, per caso, abbiamo acceso la Tv proprio mentre c'era Baglioni. Credimi che la storia mi ha lasciata perplessa da morire. Io farei carte false per conoscree Claudione, lo sai, però credo che la dignità non abbia prezzo. Un bacione Betta

Clelia ha detto...

Come sai io sono a Londra immune dai drammoni talk show italiani del sabato sera. Non ho mai amato la spettacolarizzazione del dolore altrui, ho sempre trovato di cattivo gusto porre vicende del genere in pasto all'audience o folla famelica che si nutre degli atrui dolori. Carramba che sorpresa stava diventando così...ma la tv vuole pubblico e queste cose fanno presa. La moralità è definitivamente in sciopero.

a Kiss from London

Clelia

Miss Dickinson ha detto...

Anna Paola, grazie, ma non riesco ad aprire la tua pagina!

Caustica, è vero, è tutto molto inquietante e infatti io non ce l'ho fatta a vederla tutta perchè era troppo anche per il mio stomaco allenato!

Gds, in effetti è da rabbrividire, se non altro per il cinismo mascherato da bontà d'animo con la quale è stato confezionato il tutto!

Roberta, ed hai ragione di esserlo, pensa un po', senza averlo nemmeno visto!

Virgilio, in questo caso specifico la commozione era dietro l'angolo, ma anche lo schifo che ti saliva su per lo squallore della situazione. Ci sono cose che non dovrebbero essere così spettacolarizzate e questa era proprio una di quelle.

Betta, è vero, credo che una situazione così grave non andrebbe resa pubblica un sabato sera con tanto di promozione da parte di un cantante, in questo caso Claudione. Mi è sembrato tutto eccessivo e anche un po' forzato..

Clelia, a me piaceva più Carramba, se non altro non spettacolarizzava malattie degenerative o decessi. La Maria ha preso il via a fare siparietti su drammi enormi e tristissimi solo per raggranellare qualche punto di share in più, passando sopra alla dignità umana e a tutto il resto.
Che tempo fa a Londra, cara? :-)

Monicanta ha detto...

Fortunatamente il sabato ho sempre qualcosa di meglio da fare... questa roba supera pure il trash che in fondo ha il suo fascino..
C'è posta per te dovrebbe essere cancellata dal palinsesto per sempre.

Alicesu ha detto...

non posso che dire: sono d'accordo con te.

elisa ha detto...

Io quella trasmissione lì non la sopporto proprio...
ciao!

flo ha detto...

Anch'io Miss ci vedo una dose esagerata di cinismo, il tuo post descrive bene lo schifo che straripa... io ho sempre pensato che nessuno avrebbe voluto vedere un programma come quello, invece c'è l'audience a tenerlo a galla fino alla nausea, e se invece la gente lo guardasse solo per criticarlo? Siamo sicuri che ha tutto questo gradimento da parte del pubblico?

Ciao e buona giornata...

carmen ha detto...

Io il sabato mi dedico a Criminal Intent. La de filippi non la sopporto proprio nelle sue solite prevedibilità: e invita Totti,(appresso ci saranno ferilli e amendola, c'è da scommetterci), e ci sono storie strappalacrime, e ce la mette tutta a convincere i soliti ritrosi, e viene chiesto a degli sventurati dai soliti amici: ma vuoi lasciarmi il tuo posto a tavola? risposta: Noooo, ma appena intravedono il mito del momento allora per lui, o per lei si vendono il posto a tavola, e promettono di comportarsi bene per i prossimi venti anni..il tutto condito da un incubo: il canto MARIAAA!!! consiglio per il sabato: statene alla larga!!!!

Jansen ha detto...

Hai detto tutto tu. non mi resta che condividere ogni virgola :-)

Miss Dickinson ha detto...

Monica, è vero, qui si supera il trash e neanche di poco. Storie come quella di cui ho parlato dovrebbero essere proibite per legge.

Alice, grazie!

Elisa, e fai benissimo!

Flo, è proprio questo che non capisco: gli ascolti. Forse hai ragione te, molte persone lo guardano per vedere anche fino a che punto ci si possa spingere in nome degli ascolti, però se così fosse la volta dopo ci registrerebbe un calo. Invece ho paura che ogni sabato sarà così, segno evidente che a qualcuno piacciono anche questi drammi all'ultimo stadio.

Carmen, hai descritto tutto alla perfezione. Io ne starò alla larga eccome, ormai non ho più il fegato per certe cose, l'altra sera poi hanno toccato il fondo e sono più schifata che mai!

Jansen, grazie!

Avanguard ha detto...

Sottoscrivo le tue parole. Per un programma del genere il sabato non è la serata adatta e per di più certe cose non dovrebbero mai andare in onda. Ma alla sanguinaria a quanto pare tutto è concesso...