giovedì, gennaio 08, 2009

LA LADRA MANCATA

Lo so, forse sarò una mezza delinquente sotto mentite spoglie; una ladra che ancora non si rende conto di essere tale; una disgraziata che non si farebbe scrupoli ad arraffare quel che non è suo.
La domanda è la seguente: se trovaste una cassetta di sicurezza incastrata nella cassa continua e per una serie di fortunate coincidenze aveste la possibilità di prendere il tutto senza che nessuno arrivasse mai a voi, lo fareste? Ah, dimenticavo, l’appetibile scatolina contiene ben 160 mila euro, forse un po ‘ di meno perché gli assegni è meglio lasciarli da parte, ma anche 80 mila euro, vi farebbero schifo?
La coscienza, la legalità, okay, bellissimi concetti e bellissime parole, ma con questi chiar di luna, almeno per quanto mi riguarda, sarebbero un po’ dei puntini invisibili che proprio non riuscirei né a leggere né tantomeno a concepire.
La signora Tiziana invece ha dato dimostrazione di grande onestà. Ha trovato la magica scatolina e l’ha consegnata ai Carabinieri, senza star lì a pensare che con tutto quel denaro avrebbe potuto saldare qualche debito o regalarsi una vacanza.
Lo confesso
, io avrei agito diversamente e la cosa brutta è che lo avrei fatto senza sentire il minimo rimorso. In pratica avrei commesso un reato bello e buono e avrei vissuto tutta la vita con questa macchia di ladra che non mi avrebbe mai abbandonato.
Probabilmente però con una bella doccia tutta la zozzeria del gesto se ne sarebbe andata e io avrei saldato l’intero importo che devo all’Inps senza sorbirmi 5 anni di cappio al collo e relativi patemi d’animo.
In più mi sarei presa una doverosa pausa, avrei saldato il saldabile e avrei iniziato finalmente a vivere libera da pendenze, il sogno della mia vita da qualche anno a questa parte.
Mi dispiace, nessun pentimento, proprio come i ladri professionisti.

25 commenti:

Anonimo ha detto...

hmmmmm....sai che certe volte ci penso anch'io? Mi dico, ma certo restituisco tutto, ma poi, guardando la situazione reale, magari qualcosina...Roberta

caterinapin ha detto...

Sulla carta lo farei anch'io (tenermi il malloppo intendo), ma poi l'unica volta che mi è capiatata l'occasione di tenermi i soldi contenuti in una borsa dimenticata fuori dal supermercato dove vado di solito, ho portato tutto ai Carabinieri pure io. Non erano 80.000 euro, ma c'erano 350 euro + spiccioli, che mi avrebbero fatto davvero taaaaaanto comodo per pagare due terzi dell'affitto...
Pensa che la donna che ha perso la borsa, non mi ha fatto nemmeno una telefonata per ringraziarmi!
Certo che 80.000 euro... non mi ci far pensare, che mi vengono i brividi!
Bacio cara!
Cate ;)

Jansen ha detto...

Il gesto della signora Tiziana è stato certamente encomiabile. io però non nego che avrei fatto diversamente. pensa che circa dieci anni fa, me lo ricordo ancora, trovai un portafoglio con dentro la bellezza di 1600 lire. intascai quelle quattro monetine e andai a comprarmi un gelato. se trovassi 160 mila euro altro che gelato...!
Lo so, sono un lurido essere senza scrupoli XD

Kimo ha detto...

Io mi chiedo come si possa essere così distratti da perdersi centosessantamila euro.
Io sono distratto, ho una mente piuttosto contemplativa e mi perdo spesso in strane fantasticherie, ma non credo che riuscirei a lasciare dove mi capita una simile somma di denaro.
Ma io il salario me lo sudo tutto.
Secondo voi, il proprietario, li avrà guadagnati onestamente questi soldi?
Se così non fosse, l'appropriazione indebita della somma in questione, sarebbe stata comunque giustificata?
Per quel che mi riguarda, se li avessi trovati io i soldi, avrei fatto come la signora Tiziana.
Ci avrei pensato, certo! Avrei pensato alle cose che avrei potuto comprare, a quello che avrei potuto fare, ma mi sarei sentito male, se avessi deciso di tenerli.
Avrei saputo di non averli guadagnati e non me li sarei mai goduti.
Trovo che sia impagabile la sensazione che ti riesce a dare l'acquisto di un bene, lungamente desiderato, per cui hai lavorato e risparmiato.
Con dei soldi rubati non sarebbe lo stesso.
Grazie per il saluto e per l'accoglienza Miss D.

Michele ha detto...

io li consegnerei non so se per onesta o
forse solo perche' ho paura che con qualche telecamera nascosta mi cuccano
ciao
Michele
pianetatempolibero

francy ha detto...

Nemmeno io li avrei restituiti, E non avrei nemmeno avuto rimorsi.
Me li sarei tenuta per bisogno, non certo per "ingordigia"!

Pussycat ha detto...

La tentazione di tenerli sarebbe fortissima ma sono sicura che alla fine restituirei tutto il malloppo, avrei troppo paura a spenderli, che ne so magari le banconote sono segnate!!
Lavoro in una grande ditta e circa tre anni fa, durante la pausa mensa, io e le mie colleghe abbiamo trovato per terra una busta con 200 Euro.
Piccola tentazione! Però abbiamo messo un avviso in bacheca (non specificando che cosa era stato trovato, trattandosi di soldi potevano reclamarli tutti) ed invitando la persona interessata a venire nel nostro ufficio a ritirarli, previa indicazione di che cosa aveva perso. Passati 15 giorni e non essendosi presentato nessuno siamo andate a mangiare una pizza!

Matra ha detto...

Non dico che la cifra non mi avrebbe fatto comodo ma io voglio vivere in pace con la mia coscienza e penso che i soldi siano solo una componente (e non la più grossa) per arrivare ad una buona qualità di vita. In passato ho avuto molta più "larghezza" di mezzi che non ora ma anche le spese erano assai maggiori e molte erano superflue per cui, in fondo, vivo meglio adesso con meno soldi. Bisogna considerare inoltre che in casi come questi il ritrovatore ha diritto per legge ad 1/20 dei valori ritrovati e quindi la signora Tiziana si porta comunque a casa 8.000 € e non una semplice telefonata di ringraziamento...

flo ha detto...

L'occasione fa l'uomo ladro si dice infatti Miss, però non puoi prevedere quale reazione avresti avuto veramente, magari anche la signora che li ha restituiti per un attimo avrà pensato di tenerseli, però alla fine ha deciso ed è stata anche ricompensata per il gesto con una parte del malloppo. ;)

Miss Dickinson ha detto...

Roby, no, no, io purtroppo non avrei dubbi. E non perchè sono una persona pessima, come forse potrebbe sembrare, è solo la mia situazione attuale che è abbastanza difficile..

Caterina, ti ammiro molto, io credo che non sarei stata di animo così nobile, anzi, ne sono quasi sicura. Avrei davvero bisogno di tirare un po' il fiato, sono anni che in pratico vivo solo per pagare, credimi, sono davvero sfinita..

Jansen, allora sarei lurida anch'io. Mi spiace, ma con questi chiar di luna non riesco a farne a meno, tutto fa brodo, senza vergogna dico, tutto mi è estremamente utile!

Kimo, sono d'accordo con te quando dice che è un po' da fessi perdere 80mila euro. Detto questo, anch'io mi sudo il salario e faccio una fatica cane ad arrivare a fine mese. Mi sono comprata tutto senza chiedere niente a nessuno, ho pagato rate su rate, per errori, per bisogno, in pratica vivo con i bollettini in mano e la banca mi tiene come cliente quasi per pietà, non certo perchè porto denaro come se piovesse.
Con ciò, e mi dispiace passare per una delinquente senza scrupoli, io non avrei dubbi.
Capisco il tuo discorso, ma purtroppo non lo posso condividere. Dopo anni di pagamenti e continui intoppi, ho sinceramente bisogno di tirare il fiato e rilassarmi un attimo. Non è una scusa, certo, sempre di furto (o qualcosa di simile) si tratta, ugualmente però in questo momento della mia vita, non potrei davvero fare diversamente.
Ciao!

Michele, ecco, il problema delle telecamere nascoste forse mi potrebbe fermare..
Ciao e benvenuto!

Francy, vedo che ci capiamo al volo. Altro che ingordigia, qui si tratta di necessità vera e propria!

Pussycat, altro problema: le banconote segnate. Anche in questo caso, forse avrei dei problemi, ma per il resto, non credo che mi tirerei indietro.
Il caso dei 200 euro che avete trovato, ecco, quella è stata una bella fortuna. Soldi piovuti dal cielo in maniera onesta, che si può chiedere di più? :D

Matra, i soldi non fanno la felicità, ma, credimi, la aiutano parecchio. Io non so cosa vuol dire alzarsi la mattina e sapere che, in ogni caso, non può succedere nulla che mi trovi economicamente preparata. Nel senso: si rompe la caldaia e so che posso tranquillamente chiamare il tecnico per ripararla; decido di andare a cena fuori e so che il giorno dopo potrei lo stesso andare al centro comemrciale a fare la spesa; ho le bollette tutte pagate e la notte dormo sonni più che tranquilli.
Per me non è così. Non faccio una vacanza da secoli, non mi fermo da decenni, e dimmi, ti pare vita questa? Ti pare che potrei dare un calcio a qualcosa del genere e star lì a pensare alla coscienza?
Capisco quello che dici e lo ammiro molto, ma per come la vedo io e per come vivo, mi sa che non me lo posso permettere..

Flo, credimi, e se leggi quello che ho scritto a Matra forse capirai meglio, lo so come avrei reagito... :D

Kimo ha detto...

Cara Miss,
capisco pienamente i tuo punto di vista. Il mio non è lo sfogo di un moralista. Non mi preme mettere in evidenza una mia presunta superiorità morale o una migliore aderenza alle regole del vivere civile.
Sono abbastanza elastico da capire che il tuo modo di pensare sia, se non condivisibile, almeno comprensibile.
E' probabile che, da egocentrico, mi sia concentrato più sul mio eventuale operato in una situazione del genere, che cogliere il nocciolo della questione, ovvero: Io, Miss Dickinson mi sarei tenuta i soldi e me li sarei goduti.
Non ti giudico per questo.

piccolè ha detto...

Ciao Miss, avrei giurato che invece avresti restituito il denaro!....io sicuramente me lo terrei senza il minimo senso di colpa, senza sentirmi addosso il peso sulla coscienza. Forse sentirei un pò di rimorso mentre me la spasso in vacanza, magari a rosolarmi al sole! Chiamatemi ladra, egoista, quel che vi pare,...ma cazzarola, non trovo mai niente! Un bacione.

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Ah mi raccomando, se ti succede ci porti tutti per 3 settimane in Brasile a spese tue, altrimenti sputiamo il rospo. EHEHEHHEH

Clelia ha detto...

Anche io non avrei avuto il minimo scrupolo a prendere il malloppo...quando la fortuna chiama non gli si sbatte la porta in faccia. Rimorsi... si be forse ne avrei per un secondo o due. Mi fanno molto piu schifo le persone che rubano ai poveracci... tipo faccio un esempio i nostri politici nessuno escluso!

un abbraccio da Clelia Lupin...

Caustica ha detto...

Fanno gola tutti questi soldi e chi si tirerebbe indietro :D Tiziana è brava per carità ma si potrebbe anche dire fessa, senza offesa ovviamente :-)

Anonimo ha detto...

Cara la mia Miss, meravigliosa attestazione di onestà ammettere che potendo rubare una cifra bella sostanziosa saresti tentata. Ahimè nulla togliere alla donna ma di solito, particolare non trascurabile, nelle banche dove ci sono le casse continue c è la telecamera,,,,,,,,,la tua onestamente sfigata magda

Kimo ha detto...

Eppur si muore.
(Parafrasando un noto falso storico)

Ragazzi, ma cosa sono 80.000 euro?
Sono solo soldi.
E se parlassimo di cifre più grandi?
Un milione di euro in più, un milione di euro in meno, cosa volete che sia?
Peanuts, direbbero gli americani.
Bruscolini.
Vogliamo veramente valutare l'uomo per quel che possiede?
Allora SilvioCribbio è uno tra i più grandi uomini della storia d'Italia.
LOL!
Cacchio, dobbiamo pur morire!
Pare che sia scientificamente provato che l'uomo sia destinato a morire dopo un numero imprecisato di anni di (quasi) vita.
A cosa serve possedere qualcosa?
Come ha detto qualcuno: le cose che possiedi, ti possiedono.
Capisco quelli che vorrebbero vedere lenite le loro sofferenze, a volte per un improvvisa regalìa, come segno della divina provvidenza di manzoniana memoria, come segno di una giustizia divina che possa compensare una mancanza di giustizia tra gli uomini (anch'io, cara Miss, ho problemi di arretrato con l'INPS).
Comprensibilissimo.
Vi capisco e davvero non vi biasimo.
Ma supponiamo davvero di avere 80.000 euro per le mani.
Cosa si potrebbe fare veramente?
Ci si potrebbe veramente togliere qualche sfizio?
E una volta che questi soldi fossero finiti?
Io non resiterei alla tentazione di mandare a cagare il mio datore di lavoro, che non capisce una mazza e pretende di spiegarmi come lavorare e quale sia il senso della vita, che pretende di espiantare il mio sano-inutile idealismo, per impiantare la sua morale liberal-consumistica basata sull'ipocrisia e sull'opportunismo.
Ops, che idiota!
Dimenticavo, l'ho già fatto; non avendo in tasca il becco di un quattrino.
Sono stato un povero idiota?
Forse sì.
Ma che soddisfazione!
Impagabile!
Avete mai pensato alle dichiarazioni di questi poveri politucoli quando vengono beccati con le mani nel sacco?
Cosa ci distinguerebbe dagli oggetti delle nostre feroci critiche?
L'entità del maltolto?
L'insaziabile sete di denaro e di potere che pervade questi mentecatti?
Un conto è mettersi in tasca 80.000 euro una tantum, un'altro è rubare sistematicamente!
Torniamo alla falsa morale di stampo cattolico.
Errare è umano, perseverare è diabolico.
Appunto. Errare.
Prendere furtivamente 80.000 euro è sbagliato. In talune circostanze è comprensibile, ma sbagliato.
E questa, miei cari cuccioli, non è una critica alla vostra deficienza in fatto d'etica.
Dalle vostre parole, traspare un'innegabile e ineluttabile capacità di rigare dritto,
anche quando asserite che sareste capaci di rubare del denaro.
E' chiaro che avete solo in mente la necessità di provocare, di compensare anni di angherie
e di vessazioni. Come pure è chiaro che l'essere in possesso di tale cifra, non cambierebbe le vostre abitudini.
Continuereste a lavorare e a fare quello che avete sempre fatto.
Solo con più agio, con meno affanno.
Quei soldi tuttavia, non sarebbero mai la soluzione ai vostri problemi.
Sareste come dei pesci tirati all'amo e posti in un catino pieno d'acqua, in attesa di finire nella padella.

Mi siete simpatici, tutti quanti, e mi piace l'idea di poter entrare a far parte di una comunità
di gente non ipocrita, culturalmente progredita e dalla mentalità aperta.

Ma mi piace anche pensare che "noi" non faremmo mai alcune cose.
E, ripeto, non per un becero e perbenista senso della morale.

Siamo esseri progrediti, possiamo fare a meno della morale.

Il fatto è che però, a tal punto, tutti quelli che critichiamo, dalle meteore televisive, ai politici privi di scrupoli,
non sarebbero poi tanto diversi da noi. Sarebbero soltanto persone che hanno saputo cogliere un'occasione,
che a noi probabilmente non verrebe mai data. Altrimenti...

Vero che le cose non stanno così?

F.to
Catone L'Uticense

Miss Dickinson ha detto...

Kimo, non ti preoccupare, capisco perfettamente il tuo punto di vista, solo che dal mio, la vedo in tutt'altra maniera. Va bene, per molte persone, giustamente, i soldi non sono indispensabili e va benissimo così. Ti posso dire però che la vita mi ha portato a pensare che il denaro non è tutto, ma è pur sempre qualcosa che ti consente di vivere in maniera decisamente migliore. E non parlo di lussi, abituata come sono, già riuscire a non avere pendenze mi farebbe sentire milionaria. Vorrei poter riuscire a provare l'ebbrezza di vivere LIBERA, senza l'ossessione della bolletta, del bollettino, della banca, dei salti mortali per mettere insieme quello che serve per campare. La vacanza è secondaria, alla fine sono stata anni senza farne nemmeno una, che ormai mi sono abituata.
Il fatto di agire come io agirei in una situazione tipo quella del post, è frutto di anni di rinunce e di preoccupazioni. Non sono una ladra professionista, spero sia chiaro, riconosco solo questa mia estrema debolezza che mi spinge a pensare di potermi impossessare di qualcosa che non è mio.
Ottantamila euro non saranno niente, per qualcuno, per me sarebbero la libertà vera, la fine di un incubo e la possibilità di poter ricomincare da capo e tornare finalmente a vivere come si deve. Che poi in questa cifra ci possa rientrare anche un periodo di riposo, è secondario, il vero riposo per me sarebbe quello di alzarmi la mattina e sapere che tutto sta al suo posto, chi dovevo saldare è stato saldato e quando mi addormento la sera posso smettere di fare conti e conticini.
Forse non tutti mi possono capire, ma per come vivo io da troppo tempo, ottantamila euro sarebbero come vincere due milioni alla lotteria.

Piccolè, ti dirò, io nemmeno mi rosolerei al sole, magari li spenderei tutti per saldare chi mi opprime da secoli, ma dopo...altro che vacanza, anche andare al Ponte per me sarebbe come essere sull'aereo per le Maldive!

Virgilio, quello è sicuro! Sempre però che ci sia il concerto di Fabio Jr da qualche parte, altrimenti si aspetta..! :P

Clelia, si, qualche rimorso lì per lì, ma alla fine lo supererei. In casi come questo, la fortuna ti ha scelto e succede una volta sola nella vita. Io ne ho sempre avuta poca, come potrei farmela scappare?

Caustica, è quello che penso anch'io. Però nel suo caso forse c'era sul serio la telecamera di sicurezza, ma mettiamo il caso che ci fosse la certezza di non essere sgamati, tu che faresti? Io arrafferei l'arraffabile, porca miseria ma a me non è mai successo..

Magda, nel caso della signora probabilmente è vero. Ma nell'ipotesi che questi soldi fossero stati in un luogo sicuro, senza occhi indiscreti e senza telecamere, tu li avresti lasciati lì?
Disonestamente ladra, la tua Miss.

Ornella ha detto...

Cara Miss, ti capisco perchè in realtà quando si trova qualcosa non si ha la sensazione di rubarla : era lì, non l'hai mica strappata a qualcuno! Però sono quelle classiche situazioni che devi vivere realmente per scoprire quale sarebbe stata la tua vera reazione. Personalmente avrebbe prevalso l'orgoglio di fare una buona azione ma chissà, mi sarebbe forse rimasto il rimpianto di non aver approfittato dell'occasione!

Mibemolle ha detto...

la signora tiziana ha trovato la scatolina davanti ad una cassa continua di una banca.
cassac ontinua sorvegliata da telecamere
la signora tiziana non è cretina e sa che l'avrebber trovata prima o poi
eallora ha pensato che per la legge italiana le tocca il 20% della somma ritrovata.
legale e pulito.Più qualche servizio sui vari tg e un paio di interviste su oggi, chi e via cantando.
invece che farsi denunciare per appropriazione indebita.

io direi intelligente, piu che onesta.

Suysan ha detto...

Quando ho letto giorni fa della signora Tiziana e della sua onestà mi sono chiesta naturalmente cosa avrei fatto io al suo posto...beh credo che nonostante qualche notte insonne per il rimorso mi sarei tenuta il malloppo!!!

Vera ha detto...

Mettiamo insieme una banda Bassotti,allora!! Io mi sarei tenuta i soldi, mi occorrono giusto quei 98mila euro per saldare un mutuo di 18 anni...il resto per un'auto. Il tutto dopo essermi accertata di non essere stata ripresa!
L'occasione fa la donna ladra...inutile girarci intorno. Ad ogni modo, ma un bel 2 o 3mila euro la poverina non li meritava? So che le hanno offerto una cena per ricompensarla. Tzè!!!Tirchi!!

LAURA ha detto...

mmmm....ad essere davvero sincera anche io ne avrei presi "in prestito" un pochino...anche se poi forse mi sarei pentita ed avrei restituito tutto....difficile comunque dire a priori come mi sarei davvero comportata....

Mibemolle ha detto...

@vera
la legge ityaliana dice chedi diritti ti tocca il 10% ( o il 20 non ricordo)del valore del bene ritrovato.
non si scappa..
non è che "possono non darglieli"... e offrirle una cena..
è che fa più figo, piùnotizia,più eroe dire che l'onesto è ricompensato solo con una cena.
una cena più 32mila euro esentasse sul piatto.
Viviamo inun apese che non dice la verità mai, neanche su cavolate come questa


p.s. un mese fa a dublino ho trovato un orologio d'oro in terra.
la mia amica irlandese mi ha suggerito di portarlo all'ufficio oggetti smarriti in quanto, essendo in irlanda e non in italia, la proprietaria si sarebbe certamente presentata li a cercarlo.
Ma siccome io sono Iatliana e non irlandese e in italia mai nessuno mi ha riportato nulla, anzi, mi hanno fregato diverse volte il portafoglio con tutti i documenti, ho risposto picche.

Miss Dickinson ha detto...

Ornella, fidati, posso dirti che, sempre se avessi avuto la certezza di non essere sgamata, io quei soldi li avrei presi. Senza nome, senza nessun recapito specifico, come si farebbe a lasciarli lì o portarli alla polizia? A quel punto allora sì che avrei i rimorsi..

Mibemolle, probabilmente hai ragione tu. Ma il mio discorso era un altro: metti di trovare dei soldi e nessun rischio di essere sgamata, che fai? li restituisci, o meglio, li porti alla polizia? Io manco morta e sono sicura che anche tu avresti fatto la stessa cosa, almeno dopo aver letto l'episodio dell'orologio in Irlanda! :D

Suysan, si, forse qualche notte insonne, ma credo non sarebbe il rimorso ma una gioia incontenibile..:-)

Vera, mi dicono che per legge le spetta un tot per cento, ma non credo che tutti rispettino questa cosa. Anni fa una signora qui a Monetcatini ha trovato 9 milioni (all'epoca c'erano le lire) in una borsa su una panchina. Ha portato la somma alla polizia che ha successivamente rintracciato il proprietario e questo manco le ha telefonato per ringraziarla..Vedi che noi della Banda Bassotti avremmo agito per il meglio? ;-)

Laura, sei sicura del pentimento? Io se trovo dei soldi anonimi, di cosa mi devo pentire, poi col bisogno che ho..








Suysan,ecco brava, allora avresti fatto come me! :P