lunedì, gennaio 01, 2007

IL CAPODANNO ALTERNATIVO

Siamo nel 2007.
Solo dirlo mette i brividi se si pensa che ai tempi del telefilm "Spazio 1999", il 2000 appariva così lontano e così astratto, che credevi non potesse mai arrivare.
Eppure, nonostante la modernità e le tecnologie, le menti evidentemente più progressiste e all'avanguardia, esistono ancora persone che si fanno saltare le dita con i botti di Capodanno. Non solo, ragazzini di non più di 12 anni, trascorrono ore preziose durante i pomeriggi di vacanza, a tirare petardi dentro i cespugli o nelle aiuole. I cani poco distanti diventano pazzi, ma è troppo divertente sentire un rumore assordante e sapere che qualcuno, non troppo lontano, ti sta mandando cortesemente e sommessamente affanculo (e mi scuso per il primo francesismo dell'anno).
Ma non è finita. Ieri sera, mentre con i miei amici aspettavamo la mezzanotte, ci siamo sintonizzati sulla sempre più ingiallita Rai 1, ove l'affumicato Carlo Conti, conduceva "L'anno che verrà".
A parte la presenza disturbante di Fabrizio Del Noce che segue Conti come farebbe solo una moglie apprensiva, poco dopo il conto alla rovescia, i festeggiamenti di rito e tutto quel che ne consegue, ecco partire in tutta la sue magnificenza, Lui, IL TRENINO.
Ma, essendo quello uno show alternativo, avrebbe potuto stupirci tutti con una musichetta innovatrice. Che so, "Rumore" della Raffa, o "Fiki Fiki" di Gianni Drudi.
Invece, come da festa televisiva che si rispetti, partono ridondanti le note di "Disco Samba", tipica canzone trainante in ogni bolgia degna di chiamarsi tale.
E a quel punto ho avuto la sensazione di non essere più nel 2007, anno che segna terribilmente il mio salto verso i 41, ma nel lontanissimo 1982. Durante un martedì di Carnevale, per me non particolarmante divertente, i miei detestabili amichetti di allora durante una festa, diedero vita ad uno stuzzicante trenino accompagnato dalle note della ormai storica "Disco Samba".
Qualcosa è cambiato, ma tante abitudini sono durissime a morire e non so se la cosa sia consolante o desolante.
Però il trenino deve essere soppresso, così come i botti di Capodanno e tutto l'egoismo di quel qualcuno che mi assilla con le sue inutili pene d'amore, senza mai domandare nulla della mia vita e di me.
Ma questa, è tutta un'altra questione.

16 commenti:

Avanguard ha detto...

Trovo i trenini detestabili. Io ieri durante il cenone e i vari festeggiamenti avevo la tv sintonizzata su Italian Vintage, canale di Sky che trasmette musica datata e per davvero mi sono trovato ad ascoltare Fiki Fiki, Rumore e compagnia bella. Lo show di Carlo Conti era di una banalità mostruosa, l'ho visto per un secondo in un momento nel quale, tra le altre cose, c'era un collegamento FINTO ovvero registrato con Milly Carlucci. Più tardi uscendo ho visto e sentito i soliti botti che peraltro nella mia città erano stati vietati! Insomma, il nuovo avanzerà pure ma insieme a lui anche una certa demenza e nemmeno troppo senile!

P.s. La persona che ti ammorba merita una lezioncina :)

netstar ha detto...

credo che sia abbastanza odiosa questa moda che hanno alcuni dell'essere amici e stare vicini solo quando si devono sfogare o cose del genere, e invece della nostra di vita non gliene può fregare di meno...

Per il resto, distruggiamo il trenino! :D

Miss Dickinson ha detto...

Avanguard, noi abbiamo acceso la TV giusto pochi minuti prima di mezzanotte, ed è stato come guardare Tele Fucecchio libera. La demenza senile,ma non troppo, galoppa sempre più velocemente, qui da me i botti l'hanno fatta da padrone. Ti lascio immaginare la paura della Zoe, sotto casa a un certo punto c'era l'inferno.
E a proposito di questo amico egoista come pochi, è vero che meriterebbe una lezioncina, la migliore sarebbe quella di smettere di ascoltarlo. Fare come fa lui, alla fine.
Net, quanto hai ragione. Ascoltare e sopportare, questo mi viene chiesto. Rispondere a messaggi monotematici, ascoltare sfoghi e racconti privi di una qualsiasi logica, poi, quando ho bisogno di dire mezza parola io, ecco che scatta l'imprevisto.
Per la distruzione del trenino, ci sto!

alicesu ha detto...

Tempo fa scrissi un post sui trenini.... Non ci posso fare niente.
a me piacciono... e li invidio.
http://www.ciccsoft.com/archives/2006/11/confessione.htm
aH, buon anno...

Anonimo ha detto...

ciao cara tantissimi auguroni di buon anno nuovo!!!! Betta

Miss Dickinson ha detto...

Alice, sarà che a me i trenini hanno sempre messo un po' di malinconia. Forse perchè mi ricordano le serate, tipo il martedì grasso di cui parlo nel post, nelle quali mi sono divertita di meno.
Un bacione, comunque e auguri.
Betta, bentornata e buon anno!

cyberurania ha detto...

Ci sto per la soppressione dei botti, per il trenino invece no, facciamo fiki fiki insieeeeme!
A me sapeva troppo divertente!
ps: chi ti assilla con le sue inutili pene d'amore? Dicci dicci!
ciaooo

francy ha detto...

Anche da me si era sintonizzati su Carlo Conti & CO.
Tristzza infinita! :°°(
Sulla tua domanda (com' è andata con la 27/12enne) preferisco non rispondenterti, perchè quest' anno è stato peggio del solito.
Sono stata così male, che mentre ti scrivo, a ripensarci, mi viene da piangere..(e non sono ironica).
Oltre al trenino, i botti e l' egoismo, vorrei che si cancellasse anche la cattiveria gratuita e senza ritegno delle persone...

gds75 ha detto...

hai pienamente ragione sulla tristezza del trenino e di carlo conti, se poi ci aggiungi che a mezzanotte e un quarto sono saliti sul palco i village people che a 50 anni procapite hanno cantato una canzone che inizia dicendo young man, ecco che il quadro della desolazione raggiunge vette inimmaginabili.
comuqnue se proprio vuoi vedere il massimo dello squallore cerca il video di "DISCOSAMBA" e se lo trovi segnalamelo, perchè da quando l'ho visto lo voglio mettere sul blog... ma proprio non si trova.... vedilo e capirai!!!

gds75 ha detto...

dopo che ho scritto il commento al tuo post mi sono messo a cercare e ho trovato un pezzo del video, vienilo a vedere ti garantisco che ne vale la pena...

Miss Spoiler ha detto...

Disco samba non solo mi ha stancato,ma mi urta profondamnete il sistema nervoso.Sempre e comuque sulle note di quella canzone parte il patetico trenino che il più delle volte "rimane senza vagoni",e i "passeggeri" che lo compongono sembrano una massa di disadattati.....
Andrò controcorrente anch'io,ma del trenino non se ne può più!

Invece delle persone che spendono tutto il proprio tempo a parlare di sè ed a non ascoltare gli altri,siamo pieni Miss...ma non preoccuparti Qui ci siamo noi tuoi blogamici affezionati!.-)

AlbicoccoalCuraro ha detto...

Buon anno, Miss! :*
post sacrosanto e con le strapalle, direi

Miss Dickinson ha detto...

Cyberurania, Fiky Fiky è altra categoria, altro che Disco Samba!
Il rompiscatole con le inutili pene, è un mio amico storico in piena fregola adolescenziale, nonostante i 41 anni suonati.
Francy, mi dispiace che il tuo ultimo dell'anno sia andato male. Di solito anch'io, odio le feste dove anche solo 2 persone non mi stanno particolarmente simpatiche. Stavolta, ho scelto amici con i quali una serata è piacevole per forza, dato che abbiamo parecchi punti in comune. Dai, il prossimo anno andrà meglio, e non ci sintonizzeremo più su Carlo Conti, piuttosto, Isoradio!
Gds, ti dirò, dopo aver assistito all'esibizione di Luisa Corna, i Village People mi sono sembrati la cosa più bella che ci potesse essere in circolazione.
Ho visto il video sul tuo blog, come ti ho detto nel commento che ti ho lasciato, è imbarazzante. Datato, trash, e tutto fuorchè allegro. Non ci sono parole.
Miss, è vero, il trenino ad un certo punto si sganghera tutto, si vedono persone aggrappate alla vita del vagoncino davanti, che stanno attaccate solo a un lembo di camicia. E questo lo rende ancora più tragico.
Hai ragione, ora ho dei nuovi amici che mi stanno dando delle grandissime soddisfazioni.
Grazie Miss!

Miss Dickinson ha detto...

Albicocco, che bello ritrovarti in visita da queste parti!
Buon anno anche a te!

Guizzo ha detto...

Pensa che io ho fatto voto di celibato proprio per la paura che qualcuno si metta a fare il trenino al mio matrimonio!

Anonimo ha detto...

at fiore di cactus
giovanni 44 anni,(io) vorrebbe organizzare un trenino che coinvolga dalle 3000 alle 5000 persone durante il carnevale in una citta, Nuoro,che in generale ha poco da festeggiare.La scelta del trenino è motivata dal fatto che Vasco Rossi costa troppo e che a fare un trenino basta molto meno.abbracci