giovedì, ottobre 12, 2006

LA NONNINA BALLERINA

Non so voi come la pensate, ma la mia idea di "nonna", è ancora quella tradizionale. Avete presente Ave Ninchi?
Qualcosa del genere.
Mi piace pensare alla classica nonnina con i capelli grigi, gli occhialini e il grembiule per fare i ravioli fatti a mano.
Vabbè, questa è l'immagine che potrebbe avere Cappuccetto Rosso, ma serve a rendere l'idea del significato che io do a questa figura che ho sempre amato molto.
Poi però, arriva il momento nel quale ci si deve rendere conto che la favola non esiste, che anche le nonne hanno la loro bella sessualità, la voglia smodata di sembrare delle ventenni, e il bisogno di coltivare delle amiciczie alternative.
La signora Gigliola, nome di fantasia, si aggira sui 70 anni. Ha perso il marito qualche anno fa, precedentemente un figlio, e oggi vive da sola, e lavora con il secondogenito, sposato e padre, nella caffetteria di famiglia. E' una signora piacente, consapevole di esserlo, e semi impegnata con un anziano vedovo che le fa molto da scendiletto, ma che sicuramente sul letto ci sale anche, scusate la brutalità.
Da qualche mese, le sue amiche del cuore sono diventate alcune professioniste di night, ragazze molto giovani che per vivere cercano quotidianamente polli da spennare. E la cosa bella è che ne hanno trovati diversi, e uno di loro addirittura paga loro l'affitto di un appartamento, ma questo è un altro discorso.
La Gigliola, dicevo,oggi pomeriggio, in un impeto di giovinezza ritardata, ha deciso di fare la pazzia del mese, coadiuvata dalle straordinarie amiche per la pelle.
Si è fatta mettere le extension.
Premetto che non l'ho ancora vista, ma si può, a più di 70 anni, perdere la brocca fino a questo punto?
Un tempo le sue amiche erano, la mia mamma, tra l'altro più giovane, ed un altra signora grigia e moscia, una che non porta i pantaloni attillati con gli zatteroni, e che non si rammarica, come ha fatto recentemente lei, di non aver potuto vivere la vita libera e felice come le sue nuove compagne di merende.
Io non sono pronta ad accettare questa nuova figura della "nonnina ballerina", la mia generazione, credo e spero, la rifiuta a priori.
Sono io che devo scendere dal pero, oppure è la Gigliola che deve posare il fiasco?

17 commenti:

Guizzo ha detto...

Anche al bar vicino al mio ufficio c'è una cinquantenne che ha anche un bel fisico ma si veste da Barbie con le extension, così risulta assolutamente ridicola. Una donna può essere piacente a qualsiasi età, ma se cade nel ridicolo allora...

stella-marina ha detto...

Io penso è ognuno è libero di fare quello che si sente di fare, a meno che non si faccia volontariamente del male a qualcuno o si commetta un reato.
La signora Gigliola, che mi sta proprio simpatica, non avrà certo avuto una vita semplice: bambina durante la guerra, un matrimonio magari non d'amore, si sa erano i tempi, la morte di un figlio e poi quella del marito.
Alla sua età ancora lavora e un po' di extension sono un piccolo vezzo che si può concedere ad una donna la cui vita non è stata proprio rose e fiori. Certo, non rientra nel ruolo della classica nonna, ma mi viene di guardarla con tnerezza 'sta nonnetta sul cubo... :)Baci

Pfd'ac ha detto...

Dici che non l'hai ancora vista, magari non si tratta di extension esagerate ma danno un po' di volume. Può essere che abbia i capelli un po' diradati... Miss, magari lo faremo anche noi alla sua età.
Qualche giorno fa ero a una conferenza di Amnesty e ho visto la donnina che spero di diventare tra un bel po' di decenni. Fa parte di un gruppo Amnesty anche lei, è una che si preoccupava dei diritti umani già negli anni 70 ma fa parte della Milano bene (so che non necessariamente è una contraddizione). Aveva una specie di chignon molto voluminoso che mi ha colpito per la cura. Dev'essere una sempre in ordine, mi ha dato l'idea di una grande dignità, anche se qualcuno sorrideva (benevolmente) per il suo look.

SIGNO ha detto...

Personalmente, parlando di "nonnina", anche a me viene in mente la classica vecchina ricurva, con i capelli argento e la vocina simpatica che ti accoglie sempre con calore!
Ebbene, ai nostri tempi noto che non è più lo standard, ma credo che ognuno debba star bene con se stesso.
Pertanto, anche ad una certa età, se qualcuno se la sente di continuare a tenersi e curarsi con particolare attenzione...buon per lui! Io credo che l'eccesso, però, ridicolizzi la persona stessa, perchè bisogna saper accettare il tempo che passa (per tutti!), e se a 30 anni devi fare il/la trentenne, a 70 suonati credo tu debba fare il nonnino! Questo non significa lasciarsi andare, no di certo!
Però l'eccesso diventa vermante patetico...

Francesc@ ha detto...

Di queste nonnine da noi si dice:
Viste da dietro liceo, davanti museo!
Non dico che le nonnine di oggi debbano vestirsi di nero e farsi i capelli azzurrini, però santo cielo, un pò di decenza in più ogni tanto non guasterebbe!

Anonimo ha detto...

mamma mia! Io ho la mia vicina di casa che ha 70 e si veste come se ne avesse 15. Credimi, fa paura!
Preferisco mille volte mia nonna, che ha 75, li dimostra tutti, ma è dolcissima e "vera". Un bacione Betta

netstar ha detto...

Gigliola deve posare il fiasco, tu rimani sul pero. La mia nonnina è proprio come la descrivi tu nelle prime righe, e non deve cambiare. ;)

stella-marina ha detto...

Ma l'hai vista la Gigliola? Sta carina? Facce sapè... :)

Miss Dickinson ha detto...

Guizzo, una piacevole mezz'età, credo sia bella da vivere e anche da vedere. Poi, come hai detto tu, l'eccesso risulta ridicolo e anche una bella donna si trasforma in una macchietta.
Stella, sono d'accordo con te quando dici che ognuno è libero di fare quello che vuole. La mia voleva essere solo una osservazione e una riflessione sul cambiamento dei tempi. La Gigliola non fa del male a nessuno, è ovvio, ma, extension a parte, la cosa discutibile è la sua voglia di assomigliare a due prostitute.
Pfd'ac, poi alla fine le extension se l'è fatte mettere per infoltire i capelli, ha deciso poi di farsi dei colpi di sole biondo platino.
Ma non ci soffermiamo su questo. Lei ha dichiarato di invidiare la vita delle sue nuove amiche, dice che se tornasse indietro, non si sposerebbe ma diventerebbe come loro.
Non credo che se la nostra nonna, magari bellissima e giovanile, facesse una sparata del genere, la troveremmo simpatica e divertente!
Signo, è verissimo, l'eccesso diventa patetico. Curarsi, va benissimo, stare attenti al proprio aspetto fisico, è una cosa sacrosanta, ma qui si tratta di ben altro. Altro che capelli.
Francesc@.i capelli azzurrini no, nemmeno il grembiule da mattina a sera, una sana via di mezzo andrebbe più che bene. Ma l'ambizione a diventare ballerina...quello proprio no!
Betta, anche mia nonna quando se n'è andata era una donnina che dimostrava tutti i suoi anni. Fumava, andava matta per Bruce Springsteen come uomo, e cucinava da Dio! ma era una nonna come ho sempre voluto..
Net, forse ci prenderanno per antiquati, ma la nonna, per me, dovrebbe essere così. E soprattutto non deve invidiare due 25enni che vanno a letto con cani e porci, solo per tirare su 2 soldi.

Una domanda: ma voi che visitate questo blog e quello di Sara Sidle, la sentite la musica che abbiamo inserito dopo 1000 peripezie?

Francesc@ ha detto...

No, la musica non la sento.... tanto per sapere che musica era?

Guizzo ha detto...

Ciao! Volevo dirti che è stato svelato il mistero dei pesci rossi.

Avanguard ha detto...

La musica la sento e dire che ti adoro dopo questa tua innovazione mi pare superfluo, perchè già sapevi quale poteva essere la mia reazione :D Detto questo, io delle nonne, ho una visione un pò sballata perchè la mia era, come dissi tempo fa, un tantino particolare e quella "normale" è morta poco dopo la mia nascita, ma non tollere più in generale queste sessantenni che girano vistosamente infioiate, la notte, arrivando anche molto spesso, a frequentare locali dove c'è gente che ha la metà della metà della loro età e con chiari intenti biscottiferi. Non mi piace molto, chi non sa vivere la propria età con dignità e non mi piace chi vorrebbe crare artificiosamente un fascino che forse non c'è, con mezzucci che lasciano il tempo che trovano.

kira83 ha detto...

Uh... no, credo che sia un pochino troppo eccessivo pure per me! Mia nonna va a ballare il liscio con mio nonno, và al centro sociale anziani a giocare a carte, a tombila e a spettegolare con le amiche, gira in bicicletta ed è sempre attiva, si fa le mechè bionde e la messa in piega con i bigodini.
E per me è la nonna più "avanti" che esista!

netstar ha detto...

Nemmeno io sento la musica... Uso Mac&Firefox...

Robin ha detto...

Ciò che temo potentemente son le prime nonne tatuate. E pure i nonni, eh....
E dire che, a me, i tatuaggi piacciono (i piercing meno), ma un nonno tatuato non ce lo vedo.
See ya!

Miss Dickinson ha detto...

Francesc@, la musica che non senti, è Mad Desire di Den Harrow, cavallo di battaglia degli anni 80. Ma perchè non la senti?
Avanguard, ero certa di farti cosa gradita, Den,a parte quando parla o piange, è una delle icone più icone degli anni 80.
Ma a proposito delle nonne, le donnine che vanno a ballare con chiari intenti biscottiferi, sono più di quanto avessi potuto pensare.
Il desiderio di assomigliare ad un certo tipo di donna, non so se è una voglia di sparare le ultime cartucce, o un rinnegare il passato di moglie, madre e, ora, nonna.
Kira, i tuoi nonni sono la normalità che vado cercando. Non importa atteggiarsi a 20enne per far credere di essere giovani dentro. Anche una partita a carte con gli amici e una sana voglia di vivere, possono fare la differenza.
Netstar, mi sa che la mia musica n on la potrai sentire, mi dispiace
I nonni tatuati no! Però credo che ci dovremo aspettare anche quello, ormai la nonnine ballerine, sono arrivate, per i nonni tatuati, non resta che attendere.

Tomas ha detto...

Ma queste dolci ballerine, me le mandi un attimo a casa mia ?
:-DDDDDDD