martedì, ottobre 24, 2006

GIANNI SPERTI CHE NON C'E'

Nella vita delle persone, arriva quasi sempre il momento nel quale la vita prende una strada inaspettata.
La vita di Gianni Sperti, da dignitosa e affermata, è scivolata giorno dopo giorno nel baratro di Maria De Filippi,(nello specifico, Uomini e Donne) in quella pozzanghera di fango che accoglie anche Karina Cascella, la consigliera di Uomini e Donne.
Entrambi, stanno seduti interi pomeriggi, a dissertare sulla minigonna di, che so, Martina, o a commentare l'esterna di Fernando o Flora, come se fossero i genitori adottivi.
Dopo il divorzio da Paola Barale, sembra che la vita per Gianni abbia smesso di avere un senso. Ha smesso di ballare e si è dedicato anima e corpo al baraccone dei tronisti, tra l'altro prendendo il ruolo tremendamente sul serio.
Commenta le esterne con una competenza che rasenta la pignoleria, scruta gli sguardi dei corteggiatori/ici, in cerca della magagna che potrebbe creare il caso del giorno. Però, sbava di fronte ad una minigonna inguinale, sbandiera invidia per il tronista di turno e sembra quasi il maniaco del parco, quello che quando meno te l'aspetti, apre l'impermeabile e ti fa vedere le vergogne.
Devo dire che il più delle volte il suo ruolo immalinconisce anche lo spettatore più cinico. Vedere quest'uomo, appollaiato su quella seggiolina bassa bassa, che gongola delle conquiste altrui, e poi sospira romantico di fronte al bacio in cinemascope... Non l'ho mai fatto nemmeno io quando sognavo con Il Tempo Delle Mele, pensate un po'.
Però Gianni Sperti sogna, apparentemente almeno, sembra vivere la vita dei protagonisti dello show, tanto che ogni tanto se ne esce con la vocina da primo della classe per fare il solito intervento sbrodolante retorica e luoghi comuni, E tutte le signore del pubblico, che forse in lui vedono il figlio disgraziato, quello a cui prestare maggiore attenzione, si sciolgono in applausi e gridolini di giubilo, per questo giovanotto tanto perbene.
E probabilmente lo sarà, sono sicura che dentro di lui scalpita un uomo diverso, un uomo che non ha bisogno di straparlare, ne tantomeno di leccare il culo alla De Filippi.
Però lo lecca, il suo compito è quello di consigliare e lui consiglia.
Di ballare non se ne parla più, di andare a lavorare, neanche a parlarne, meglio fare la vocina e dire che se le ragazze guardano Giorgio Alfieri, fanno bene, e chi dovrebbero guardare?
Lui ormai non esiste più,e se la Maria lo richiede, sarebbe capace anche di diventare invisibile.

6 commenti:

Robin ha detto...

Diventassero invisibili tutti quanti, avremmo modo di vedere molte meno cazzate.
See ya!

Avanguard ha detto...

Quest'uomo suscita inevitabile tristezza, perchè aveva talento e lo ha buttato via, perchè quando l'ho visto ballare recentemente mi sono spaventato, per quanto è diventato rigido e perchè è un parassita e non è un personaggio. La sua presenza in tv è dovuta esclusivamente a colei che ha sposato. Penso sia una vergogna per la categoria. E per quanto non ami Raz Degan, credi che sia una persona 100 mila volte più dignitosa di lui, perchè non vive di situazioni televisamente costruite e non lecca il culo a nessuno.

Roberta ha detto...

io sto ancora scompisciandomi per la parte dove hai scritto delle vergogne (era tanto tempo che non sentivo-leggevo tale parola).
ma forse e' meglio che ci siano queste "persone", perche' senno' chi ci sarebbe da prendere in giro?

Miss Dickinson ha detto...

Robin, in questo caso hai ragione, Gianni Sperti dovrebbe diventare invisibile, ma suppongo dovrebbero farlo anche molti altri..
Avanguard, non ho ancora capito perchè ha smesso di ballare, forse per un infortunio, mi sembra strano che possa averlo deciso di sua spontanea volontà.
Eppure a La Talpa, mi aveva fatto una buona impressione, anzi ti dirò, lo avevo rivalutato e auspicavo un suo abbandono della seggiolina di Uomini e Donne.
Invece, è tornato, ed hai ragione tu quando dici che è molto più dignitoso Raz Degan, perlomeno ha una sua identità precisa, e ancora non si è venduto alla tv e non lecca i culi di chicchessia.
Roberta, effettivamente se non ci fossero queste persone, non sapremmo davvero chi prendere in giro, ma è tristissimo vedere un ballerino ridotto così. E mi dispiace anche parlarne male, se non vuoi, perchè mi sembra come sparare sulla Croce Rossa.

Avanguard ha detto...

Che io sappia aveva smesso di ballare, per scelta spontanea, perchè nell'ultimo periodo di matrimonio, era diventato l'agente di Paola Barale e curatore della sua immagine. Solo che poi è rimasto con le pive nel sacco. Anche a me a La Talpa non era dispiaciuto. Anzi, quando era uscito aveva detto che voleva diventare conduttore a tutti gli effetti. Se lo vuole davvero, comunque, quella non è la strada giusta...

cate ha detto...

non so a me non fa pena. insomma, è tipo Mastrota con i materassi, massima resa per il minimo sforzo, e poi l'aura di sedotto e abbandonato che intenerisce il pubblico femminile... ma si può cambiare, certo che si può