lunedì, settembre 06, 2010

INTRAPPOLATA NELLA RETE

La rete offre un sacco di cose interessanti e un sacco di ottimi spunti di riflessione. Grazie al blog e a Facebook (ma soprattutto al blog) ho avuto modo di "conoscere" tante persone con le quali ho instaurato un rapporto virtuale più che ottimo.
Poi c'è YouTube che è la mia televisione personale. Lì mi sbizzarrisco nella ricerca di passato presente e futuro e proprio su questa tv personalizzabile si creano fenomeni e traveggole che spesso ti sconvolgono e ti lasciano abbastanza perplessa.
Proprio oggi mi è capitato di vedere un video che sta facendo il giro della rete. Vero o falso non si capisce bene, la cosa sicura è che è girato benissimo e il terrore è percepibile e reale.
La cosa spaventosa di queste "cose" che diventano pubbliche è che la realtà è mischiata con la finzione e la ragazza che finisce sotto la macchina non è chiaro se sia morta o adesso è dietro un monitor che se la ride alla faccia del mondo.
Con internet hai facile accesso allla morte e te la vedi lì, in dimensioni ridotte e ti domandi se stai guardando un film o anche quella è realtà.
Siti di cadaveri, corpi sbriciolati, decessi in presa diretta , tutto questo fa parte del pacchetto "internet" che prima o poi ti si para davanti anche se fai di tutto per evitarlo.
Ora c'è da capire se questo video è vero o falso; in ambedue i casi il cinismo la fa da padrone perchè filmare una morte in diretta, avere soprattutto la forza di farlo, mi sa troppo di progetto scritto a tavolino.
Qualsiasi cosa sia, è stato centrato l'obiettivo. Tutti ne parlano, me compresa, e anche se a parole lo definisco "sciacallaggio" in piena regola, mi trovo ad essere anch'io dalla parte degli sciacalli, postando la testimonianza e parlandone su questo blog.
Niente da fare, sono il navigatore tipo della rete, pronto a (quasi) tutto per soddisfare la curiosità più bieca.
Mi fa schifo ma un'occhiata ce la devo dare, niente scuse, ho inizato con Gemmadelsud e chissà fin dove sarò capace di arrivare..




6 commenti:

Ibadeth ha detto...

Io penso che qualsiasi cosa vada bene, se usata con intelligenza. Il pericolo di confondere la realtà con la fantasia c'era anche con la televisione. O con i giornali. O con i romanzi, se è per questo.
L'importante è non lasciare i bambini soli con questi mezzi, perché loro in effetti spesso non sanno distinguere. Le persone adulte e consapevoli per lo meno si pongono il problema; gli imbecilli non se lo pongono, ma purtroppo questo succede con qualsiasi mezzo...

Miss Dickinson ha detto...

Ibadeth, in effetti internet per i bambini è una specie di orco. Ora i ragazzini sono smaliziati, sanno cosa cercare e soprattutto dove andarlo a cercare. E' vero, anche la tv ha i suoi rischi, ma internet è troppo vasto e troppo pieno di insidie. Come questo video: vero o falso che sia, è impressionante.
E' anche vero quello che dici a proposito degli imbecilli: con quel tipo di persona c'è poco da fare, internet o no, lì il danno è irreversibile.. :-))

zdora ha detto...

no no. non lo posso vedere. qualcuno me lo racconta?

Ibadeth ha detto...

Un cretinetti si nasconde dietro un angolo del muro con una maschera horror per spaventare una ragazza. La ragazza rientra con due sacchetti della spesa, il tipo la spaventa, lei caccia un urlo, corre in strada e una macchina l'imbarca.
Non so, magari è vero, ma mi lascia perplessa. La ragazz rientra, posa i sacchetti della spesa sul davanzale della finestra nell'ingresso. Io di solito la spesa la poso sul tavolo di cucina, non sulla finestra. Poi volta le spalle al tizio con la maschera senza neanche girarsi per mezzo millisecondo. Infine, quando lo vede caccia un urlo (comprensibile, lo avrei fatto anch'io) e prende la fuga. Boh, mi pare poco credibile... Spero che non sia vero.

Valias ha detto...

Ho visto il video,sembra molto reale,ne ho parlato con mio figlio,ma lui lo ha liquidato dicendomi:E'l'ultima goliardata immessa su Youtube.Bho spero sia così ,principalmente per la ragazza.UN abbraccio da Lia.

Miss Dickinson ha detto...

Zdora, te lo ha raccontato Ibadeth fotogramma per fotogramma.. :-)

Ibadeth, anch'io spero non sia vero. La sua reazione a me invece pare plausibile, la cosa che mi lascia perplessa è l'incidente e la sua dinamica: E' praticamente identico all'incidente di Fabrizio Bentivoglio nel film "Ricordati di me" e anche lì sembra verissimo.

Lia, se tuo figlio è giovane sicuramente sa per certo che è una bufala, i ragazzi non li freghi!