mercoledì, settembre 29, 2010

COME TI ROVINO LO SPOT

C'erano una volta gli attori. Sto parlando di quelli veri, anche solo quelli con il talento innato, quel dono che pochi hanno ma che a noi che li guardiamo regala tante piacevolissime emozioni.
Poi ci sono loro, i vari reduci di Grandi Fratelli, che diventano qualsiasi cosa basta che li paghino e che consentano loro di rimanere una mezz'oretta in più sotto i riflettori.
In questo memorabile spot, perlatro per una giusta causa, si suppone che l'interprete principale sia quel George Leonard (punto!) che nell'ultimo GF ha brillato di luce ridicola insieme alla fidanzata Carmela Gualtieri, anche lei fugace comparsa del capolavoro.
Ma, passi lo spot in se e per se, soffermiamoci sulle interpretazioni. Sono credibili un po' come se io interpretassi La Ciociara. Il paragone è eccessivo lo so, ma l'espressività di George, che è il fulcro di tutta la storia, è qualcosa che finirà negli annali delle tragedie italiane.
Mi rendo conto,loro forse costano meno di qualsiasi persona in possesso di qualcosa di simile al talento, ma perchè bruciare una cosa così importante con questi 4 sciagattati così disadatti da fare quasi simpatia? Perchè dare il ruolo dell'investitore proprio a George che si vede benissimo che non potrebbe diventare nemmeno parte del pubblico muto di Uomini e Donne?
E basta con le avventure sentimentali dei reduci, basta con le vacanze dei reduci e basta col dare denaro ai reduci per fare cose che tra l'altro non sanno nemmeno fare. Non è sicuramente il caso di questo spot (nei titoli di testa infatti c'è la dicitura "con l'amichevole partecipazione di"), ma ormai ne abbiamo le tasche piene e non è giusto previlegiare loro a discapito di persone che forse hanno ambizioni reali e magari qualche vera capacità artistica.
E ora prepariamoci alla visione di una cosa che non dimenticheremo. Rimarrà impressa nella nostra memoria come l'espressione finale di George Leonard. Da brividi.


9 commenti:

zdora ha detto...

...ma...ma...è peggio! lui non è l'investigatore, lui è quello che la mette sotto! e carmela gli pulisce la macchina sporca di sangue!
(quella di carmela l'ho scoperta sul deivblog)
cioè. un ruolo ancora più potenzialmente tragico e tormentato viene dato a quel babbano

zdora ha detto...

no aspe. non è carmela che pulisce, è quell'altra zoccolona volgarotta! all'inizio il sangue si vede (ho appena controllato, he he!)

Isabel ha detto...

No comment...non tutti posso essere Luca Argentero che devo dire si è riscattato un sacco

Ibadeth ha detto...

Non ci ho capito tanto, ma mi sembra una gran boiata, come dire...

Suysan ha detto...

Onestamente questo spot non mi piace...sarà pure fatto per una buona causa ma neanche recitato da Alessandro Gasmann poteva diventare interessante...
no comment su George e compagnia!

Kimo ha detto...

Tavanata mega-galattica! - Avrebbe gridato qualcuno, qualche lustro fa. Immagino che il vero regista di questo capolavoro sia stato l'immarcescibile Teomondo Scrofalo.
Bello, bello , bello!
Qualcosa da tenere conservato in un cassetto (ben chiuso, come si usa fare con le armi) e da tirar fuori per le grandi occasioni: quando si ha voglia di scompisciarsi dalle risate, dopo una cena irrorata da fiumi di buon vino, con gli amici, o quando si ha bisogno di un valido deterrente, quando i tuoi figli vengono a dirti che sentono ardere, nelle loro vene, il sacro fuoco dell'arte.
Divino! Non pensavo che ci potesse essere qualcuno, che riuscisse a far peggio degli sciagurati produttori di "Sogni d'amore", la telenovela piemontese in onda su Rete 3 Manila, tanto sbeffeggiata dai Gialappi, all'epoca di Mai dire TV.
Farò vedere questo filmato a tutti i miei amici. Non se lo devono perdere!
Miss, grazie di cuore. Io me lo sarei perso sicuramente, se tu non l'avessi segnalato.

LAURA ha detto...

Il trash va di moda! Sono sicura che purtroppo questo spot avrà successo :-(

Moky ha detto...

Sono d'accordo con Suysan: la sceneggiatura, se cosi' si puo' chiamare, e' patetica. E' banale e senza spessore. Togli il sangue e potrebbe essere la pubblicita' di un cioccolatino da 4 soldi.
Non conoscendo gli (ahem!) attori, posso dire che la recitazione mi ricorda quando da bambina si facevano le scenette all'oratorio...

Ibadeth ha detto...

Miss... Miss? Dove sei? Cosa fai?