domenica, agosto 08, 2010

ANCHE I BABBI PIANGONO

Quando ero piccina il mio sogno era quello di diventare "Raffaella Carra". Non come lei, ma proprio lei in persona. A diciotto anni volevo diventare scrittrice e le mie amiche del cuore di allora si erano messe in testa di fare, una l'attrice l'altra la stilista. Eravamo ben assortite e convinte al massimo delle nostre aspirazioni che poi con gli anni sono andate tutte e tre a farsi benedire.
La figlia dell'attore Laurence Fishburne, Montana, non appena compiuta la maggiore età invece, ha reso realtà quello che fino a poco prima era solo un sogno di adolescente. Fare la ballerina? No, l'attrice porno.
Mi sembra di vederlo il povero Laurence, tutto contento perchè finalmente il lavoro gira bene (ha sostituito Gil Grissom in CSI),in più, la bambina è diventata maggiorenne e si sa che i padri stravedono per le figlie femmine.
Poi la doccia fredda. Una tragedia, pensare la propria figlia intenta ad espletare atti sessuali in pubblico dev'essere una cosa che non si digerisce e non si affronta.
E questo la dice lunga sulle alte ambizioni di questa ragazza che potrebbe avere una mezza porticina aperta nel mondo dello spettacolo più normale.
Non sono mamma, quindi posso solo immaginare il dolore di un genitore nell'apprendere certe aspirazioni di una figlia. L'istinto primario sarebbe quello di chiuderla in soffitta e buttare via la chiave, ma si sa che all'atto pratico si è quasi costretti a subire determinate scelte.
Laurence non vuol parlare dell'argomento e mi sembra il minimo.
Io forse piangerei per sei mesi e chissà cos'altro NON farei.
Una figlia che si accoppia per denaro, sotto i riflettori, che si ignuda come mamma l'ha fatta e fa cose turche con dei torsoli sporcaccioni e con torsole sporcaccione due volte, come si fa a tollerare senza avere un minimo di istinto omicida o suicida?

8 commenti:

Valias ha detto...

Non so cosa dire o pensare,so solo che se avessi una figlia che facesse un mestiere così, non avrei neppure il coraggio di mettere fuori il naso.Lia

Ibadeth ha detto...

Magari a lui va benissimo, va' a sapere... Io mi vergognerei come un ladro, anche perché mi sorgerebbe qualche dubbio sulle mie capacità educative.

Kimo ha detto...

Poor Morpheus, without him, we're lost (The Oracle - Matrix).

Ciao Miss, continuo a leggere i tuoi posts, anche se non sempre trovo il tempo, o la forza, per commentare; a volte perché non ho molto da dire, a volte perché ho troppo da dire, come nel caso del post su Mel Gibson e Taricone, ed evito di tediare te e i tuoi lettori con le mie assurde teorie :D. Questo tuo ultimo post però, mi stuzzica tanto. Adoro Laurence Fishburne, sono cresciuto col mito della CG (computer graphics) e per me Matrix (solo il primo) rimane uno dei film più belli mai realizzati. Nel film oltre agli effetti speciali, ho apprezzato quelli che molti hanno definito i soporiferi polpettoni di Morpheus, soprattutto per la dizione e il modo di recitare del buon Laurence. La versione originale del film (in lingua inglese intendo) ci offre una chiara idea delle doti interpretative di questo magnifico esemplare di attore afroamericano; sentirlo pronunciare la frase "there's a difference between knowing the path and walking the path", per me, valeva il prezzo del dvd. Ho conosciuto Il Sig. Fishburne grazie a Matrix e riguardando meglio alcuni films, l'ho riconosciuto giovanissimo in "Apocalipse Now" e poi anche in "Othello", dove non sfigurava nel confronto con quel mostro di Kenneth Branagh. Un attore rispettabilissimo il caro Laurence, a mio modesto avviso. Non meritava davvero di passare ai posteri per aver avuto il merito di aver generato a una vacca. Povero Morpheus.

Miss Dickinson ha detto...

Lia, io più che vergognarmi patirei come una bestia. Credo che mi riuscirebbe difficile, per non dire impossibile, saperla una attrice porno. Qualsiasi altra cosa la supererei, questa mi sa tanto di no..

Ibadeth, non credo che a lui vada bene, anzi, pare che sia incazzatissimo e non abbia rilasciato dichiarazione alcuna. Pover'uomo..

Kimo, ehilà, ci si rilegge!
Devi metterti in testa che puoi scrivere quello che vuoi e quanto vuoi. Non mi annoi e se per qualcuno non è lo stesso, può sempre scorrere e passare oltre.
Se ti va, scrivi, scrivi, scrivi, lo sai che vado pazza per i tuoi post nel post!

Suysan ha detto...

Sono madre di un figlio maschio e a questo punto direi meno male....comunque ho dei dubbi sull'educazione ricevuta da questa ragazza..
sono onesta, non sapevo neanche chi fosse ne lei ne il padre prima di leggerti...meno male che ci sei tu che mi aggiorni!

Anonimo ha detto...

ho letto l'articolo, e la cosa che mi sconvolge non e' tanto che abbia scelto di fare l'attrice porno, ma le motivazioni: visto che kim kardashian e' diventata famosa per un filmino fatto con il suo allora fidanzato, allora anche lei passa per la porta del porno. Ormai fare gavetta non ha piu' senso, e questo la dice lunga sul talento di certi attori che si vedono in giro. Non e' che poi lei abbia dovuto fare la cameriera a hollywood per mantenersi, eh? Credo che il padre le abbia regalato un cospicuo conto in banca per cui potrebbe anche passare il suo tempo a prendere lezioni di recitazione. Ma si sa, nel porno girano miliardi, ed e' piu' facile. Questa e' una generazione del voglio tutto, subito e senza il minimo sforzo. Per il resto chi se ne frega. Roberta

Clelia ha detto...

mio padre non avrebbe pianto, ma sicuramente avrebbe avuto il secondo infarto... quello fatale

Clelia

Miss Dickinson ha detto...

Suysan, anch'io preferirei avere un figlio maschio, specialmente in questi anni nei quali molte ragazzine hanno bassissime velleità artistiche..

Roby, oggi ho anche letto che ha pure fatto la prostituta, 'sta sciagurata. Non so se ha scelto la strada più facile, ho sempre pensato che le donne che scelgono la via del porno hanno qualcosa che non va. Non puoi, consapevolmente, scegliere di fare sesso, anche estremo, con sconosciuti davanti a una telecamera. Non è normale, secondo me..

Clelia, secondo me avrebbe anche pianto..è una tragedia in piena regola, per come la vedo io!