martedì, luglio 06, 2010

QUESTIONE DI PALINSESTO

Quest'estate la televisione mi è decisamente ostile, sarà il caldo, sarà che mi sono stufata, ma sto avendo un rifiuto totale da palinsesto che non mi era mai accaduto prima d'ora.
Ormai sono decenni che tutti i i giorni da giugno a settembre la signora Jessica Fletcher, alias "Signora in giallo", appare miracolosamente su Rai 1 a ricordarci che l'afa è alle porte.
Senza dimenticare una serie televisiva che va in onda praticamente tutto l'anno, ovvero, "Squadra speciale Cobra 11" che la Rai non si vergogna a proporci di pomeriggio e di sera, a seconda dei buchi da tappare o delle ore da perdere senza star lì tanto a pensare.
Ho come l'impressione che non ci sia più ritegno. Manca proprio il pudore, ormai buttano le cose alla rinfusa, mescolandole per farci credere che ogni estate la situazione cambia, ma se guardiamo il palinsesto dello scorso anno le modifiche apportate sono pressochè insesistenti.
Addirittura la Rai si è giocata l'ultima stagione di "Lost" in questo mese, quando è chiaro che il pubblico di riferimento ha qualcos'altro da fare viste le temperature e la stagione, e "Un medico in famiglia", ieri sera in replica, è riuscito a batterla negli ascolti.Poi c'è Mediaset, che ha deciso di giocare duro, con i films in prima visione. Naturalmente cinema italiano, ieri "Tutta la vita davanti" di Paolo Virzì ha perso con il solito Nonno Libero, tanto per far dire poi a chi di dovere "vedi perchè non mandiamo in onda i films? tanto la gente preferisce la fiction!" Magari la motivazione vera sarà un'altra (pay tv?), intanto però dei prodotti validi, di casa nostra e con attori che sanno recitare sul serio, vengono mandati in onda in estate quando i telespettatori preferiscono, specialmente i più giovani, fare decisamente altro.
E' cos' che funziona in tv, in inverno largo alle trasmissioni e ai conduttori di punta, che poi siano Barbara D'Urso e Belen è poca cosa, se si pensa che le reti hanno l'ambizione di soddisfare i palati che amano gustare queste prelibatezze dal valore inestimabile, piuttosto che puntare su una pellicola come "Giorni e nuvole" che andrà in onda il prossimo lunedì.
Gerry Scotti fermo un giro a favore di Antonio Albanese e Margherita Buy? Ma non lo diciamo neanche per scherzo..

6 commenti:

Suysan ha detto...

E Don Matteo e il commissario Rex???
altre due telefilm che ripropinano tutti gli anni...ma che ci hanno presi per dementi? il canone lo paghiamo per tutto l'anno!!!!

Io mi salvo grazie al pc...e a qualche seratina fuori casa con amici!

Miss Dickinson ha detto...

Suysan, è quello che penso io, vogliono il canone per 12 mesi e ci danno il vero palinsensto per 9!
Una cosa buona di queste repliche, è che ho scoperto "Raccontami",la fiction con Ghini e la Savino. Non l'avevo vista a suo tempo, ma ora non ne perdo una puntata!

Kimo ha detto...

Per fortuna che di televisione ne guardo poca e che di sera sono quasi sempre impegnato col lavoro, mi deprimerei. Io onestamente in Tv ho sempre e solo visto quei film che non avevo visto al cinema, per pigrizia, per mancanza di tempo, perché forse non valevano il prezzo del biglietto... di tutto il ciarpame senza pudore (cito la Sig.ra Bartolini) prodotto da Mediaset e dalla RAI degli ultimi 20 anni, non so cosa farmene. Credo di averlo già detto in un altra occasione, ma io quando ho voglia di divertirmi davvero, guardo all'estero, tanto ormai con internet si può comprare praticamente tutto, ovunque nel mondo. Ho preso una vecchia serie televisiva della BBC "The Blackadder", con un Rowan Atkinson immenso, direttamente sul sito della BBC, approfittando dei saldi per il periodo Natalizio: Collector Box Limited Edition - 6 DVD - consegnata a mezzo corriere espresso in due giorni - a poco più di 24 euri - e per una settimana mi sono dovuto tenere la pancia tanto mi faceva male dal ridere. Cara Miss vuoi davvero che perda il mio tempo, cercando di vedere spezzoni di film in "prima visione", tra vagonate di padelle e macchine miracolose per rassodare i "glutii" (come dice la Gill)? Quanto al discorso sul palinsesto hai ragione, secondo me, lo fanno apposta, è una presa in giro bella e buona, passano dei film decenti, ma li programmano in orari osceni, o quando nessuno se li fila, solo per dire che offrono anche quel tipo di servizio e per darti l'illusione che in TV non ci sia sempre e solo la solita fuffa. Ciao

Miss Dickinson ha detto...

Kimo, io invece un tempo di tv facevo indigestione, anche perchè poi ne parlavo male qui sul blog e un po' mi raccontavo che lo facevo principalmente per quello.. ^__-
Ora, come te lo fai perchè non ti è mai piaciuta, anch'io mi sono stufato di brutto.
La sera faccio sempre altro, scrivo, esco (poco), sto con gli amici e ora ho ripreso a scrivere.
In più ci sono i dvd, c'è Emule, di sicuro non ci perdiamo d'animo per i palinsesti a presa di culo!
Un bacio!

Carmen ha detto...

Cara Miss, oramai la signora in giallo è il solito appuntamento dell'estate che mi pone sempre inquietanti interrogativi: ma come mai ogni volta che appare si commettono così tanti omicidi? E va al matrimonio del nipote, e qualcuno schiatta, e va alla casa editrice e qualcuno muore; vicino casa sua non so più quanti cadaveri abbiano stazionato!
il commissario Rex poi è spettacolare, essendo padrona di due cani "normali" guardo e stupisco visto che lui invece apre le porte, chiude la luce la notte, capisce financo i telegiornali..lasciamo perdere il suo fiuto per i lestofanti che mi pare pure giusto visto che è commissario, ma vi pare normale che una volta l'abbia visto accoppiare le camicie con i calzini del suo padrone???:-)))

Miss Dickinson ha detto...

Carmen, hai perfettamente ragione. I due casi che hai citato sono da manuale, soprattutto Rex, perchè è impossibile per un cane avere quell'intelligenza lì. E pure io ho la Zoe che però non mi accoppia le maglie con i pantaloni..
A parte tutto, da questi due esempi ti rendi conto di come le televisioni trattano i telespettatori. In estate è quasi automatico che si rimbambisca, non so perchè, la i responsabili di rete ci sputano addosso replche e avanzi di magazzino, come se non fossimo gli stessi telespettatori che fanno guadagnare quei maledetti mngiapane dell'inverno..