sabato, luglio 05, 2008

LA VOCE DI RIFERIMENTO

Ogni periodo ha il suo punto di riferimento musicale femminile: negli anni 80 c’era Whitney Houston, negli anni 90 Celine Dion e oggi Amy Winehouse.
Nessuno è come lei, si dice, ma poi alla fine stanno uscendo fuori suoi cloni come funghi.
Tutte le cantanti nuove hanno qualcosa che la ricorda, o almeno questo dice la stampa o l’orecchio esperto. Basti pensare a Duffy, la quale, povera di fantasia come io di euro, ci ha cantato una canzoncina che avrebbe potuto cantare la Amy, aggiungendo poi una voce che la ricorda molto da vicino.
Ennesimo miracolo, Duffy piace un sacco anche grazie alla smaccata somiglianza con la Winehouse.
Poi c’è Giusy Ferreri, uscita da “X-Factor”, che vocalmente è quasi una copia perfetta. Anzi, proprio perfetta non direi, la sua voce è similissima ma, secondo il mio parere del tutto irrilevante, mi sembra un filino più sgraziata.
Mi chiedo però come mai, fino a un paio di anni fa, nessuno si portava addosso questa voce così particolare. Cioè, non è che non l’aveva nessuno, solo che probabilmente era troppo avanti, troppo black per riuscire ad avere un seguito così forte come adesso.
Tutte volevano essere come Giorgia, o come Mariah Carey, nessuno gorgheggiava come la Giusy o la Amy, secondo me anche si vergognavano un po’ perché non se le sarebbe filate nessuno.
Oggi invece, come per incanto, nessun timbro è più bello di quello. Amy è un fenomeno e le altre sognano di assomigliarle perché nessuno canta come lei.

E’ tutta questione di momenti: anche le voci seguono la moda, non me ne ero mai accorta, ma ho capito che le tendenze non risparmiano nemmeno l’ugola.
Gli usignoli come Edith Piaf non incanterebbero più nessuno, in questo periodo se non hai la voce un po’ tremolante e non gorgheggi come si deve, sei solo una povera cantante dal timbro potente che però non “arriva al cuore” e “non da emozioni”.
Teniamo conto che fino agli anni 80 molti uomini cantavano in falsetto e sembrava la cosa più bella del mondo, poi ce ne siamo dimenticati e oggi c’è Amy Winehouse che sembra il miracolo della natura.
Proprio come i pantaloni a vita bassa e i capelli lisci, qualche stagione e poi si ricomincia da capo.

20 commenti:

Matra ha detto...

A me non dispiace come canta...ma il suo look è qualcosa di terrificante con la "cofana" di capelli e quel trucco discreto....

caterinapin ha detto...

Anche a me piace come cantante, ma per ciò che riguarda la vita privata... è troppo una disperata! Mica per falso moralismo, ma mi pare che si sia bruciata tutte le cellule cerebrali con la cocaina che si spara nelle narici!
Che peccato!!!
Buona domenica tesoro!
Cate ;)

http://www.lateoriadeigorghi.splinder.com/

Jansen ha detto...

il mondo della musica è sempre stato così. gli artisti che fanno tendenza, provenienti dall'Inghilterra o dall'America, trovano poi in tutti i Paesi i loro cloni. e noi di cloni ne abbiamo sempre avuti in ogni epoca, basti pensare a Bobby Solo, Little Tony, i vari gruppi anni 60 e 70, i Ragazzi Italiani, risposta nostrana ai Take That ecc ecc... adesso va per la maggiore la Winehouse e quindi ecco Giusy Ferreri come puntuale risposta italiana. farà strada? ai posteri l'ardua sentenza :-)

Angie ha detto...

Verissimo...ci siamo dimenticate di SADE...!!!!!
Un abbraccio!
:-D

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Ma che tatuaggi brutti che ha?!?
Sembrano disegnati da un bambino dell'asilo.

Per la voce a me non dispiace ma mi tengo Christina Aguilera.

Buona Domenica, Virgilio

Miss Dickinson ha detto...

Matra, ma io non discuto il fatto che lei sia brava, dico soltanto che ora stanno uscendo altre cantanti che la ricordano molto nel timbro.
Non c'è nessuna nuova Celin Dion o Mariah Carey, ora ci sono solo Amy Winehouse!

Cate, è verissimo. Nonostante il successo a livello mondiale, la ragazza continua a rovinarsi e sembra senza speranza. E' un vero peccato, pensa che avrebbe dovuto cantare la canzone che fa da colonna sonora al nuovo 007, ma dopo le ultime bravate la produzione l'ha licenziata in tronco!

Jansen, è proprio così, come ho detto anch'io, anche l'ugola ha le sue belle tendenze. Oggi è lei la voce femminile di riferimento, le altre sono obsolete e non ce n'è per nessuno!

Angie, è vero, anche Sade è stata un personaggio importantissimo negli anni 80, come dimenticarla? :-)

Virgilio, sul suo aspetto fisico ci sarebbe da lavorare, mica per altro, soprattutto per come si concia e per come si è ridotta. Ho visto alcune sue foto di qualche anno fa ed era molto più carina di oggi..
Ha una bella voce, ma possibile che oggi tutti vogliano assomigliarle?

Ornella ha detto...

Fialmente, Miss! A proposito di Amy: sentirla cantare per radio o nei video clip è talmente affascinante e coinvolgente che avevo pensato di comprare il suo cd (" Love is a losing game" e "Valerie" sono eccezionali). Ma vederla e sentirla cantare dal vivo in questi ultimi tempi è una cosa penosa. Ultimamente l'ho vista su MTV al concerto in Hyde Park per il 70° compleanno di Mandela e a mala pena si reggeva in piedi e la voce decisamente non era un gran che. Anche a Lisbona, mi sembra, sia stata presa a fischi. Certamente ha un gran talento che però sta distruggendo col suo modo folle di vivere. E condivido l'idea di chi sostiene che sia un pessimo esempio per i giovani e che non bisognerebbe darle troppa "importanza". Per quanto riguarda Giusy, non so se la imiti volutamente o se quello sia il suo stile a prescindere dalla Winehouse, tuttavia è così solare e sprigiona una tale gioia di vivere che le auguro un gran successo.

Caustica ha detto...

E' vero, ogni volta che esce qualcuno di particolare che fa successo vine scopiazzato e poi i vari artisti si contaminano l'uno con l'altro. Dovrebbe esserci una specie di legge ad impedire quella che poi diventa una noia all'ascolto

Mibemolle ha detto...

e va beh ma tu mi stuzzichi ^---^
Tanto perche sono famosa per avere una parola buona per tutti comunico allegramente che NON LE SOPPORTO, ne la winehouse, nè tantomeno Giuseppa Gaetana Ferreri in arte Giusy.
Non le reggo, quel singhiozzare mi fa venire i nervi....
e non percheè "ho il gusto vecchio e non ci ho fatto l'orecchio" è(vabbè' io sono una bimba rock!) ma proprio eprhce hanno un atteggiamento alla stracazzo che proprio mi irrita.
Vivo bene senza di loro, se la radio me le vomita addosso neppure cambio canale. spengo direttamente.
nota: io a cantare sono mediocre eppure il no-on tisco-orda-ar ma-ai di-i me-e mi viene una favola, sarà indicativo che non ci vuole una scienza???

Avanguard ha detto...

Io non sopporto Giusy Ferreri, canta le canzoni sempre nello stesso modo. Aggravante: è una creatura della Ventura :D Ma comunque è vero è tutta una questione di moda e poi pochi, veramente pochi, riescono a rimanere a galla entrando nel mito. Ecco perchè molto spesso io sono più per la nicchia :-)

francy ha detto...

Invece io adoro lo stile cantereccio della Amy W.: è personale, unico nel suo genere. Tutti la imitano in questo, ma lei resta comunque l'originale! E' un vero peccato che stia buttando nel cesso il suo talento insieme alla sua vita.. ç__ç
Per quanto riguarda la Giuseppa: oh, a me la canzone che gli ha scritto Ferro piace da morire!

"Nooooon ti scordar mai di meeeeeee, di ogni mia abitudineeeee infondo siamo stati insiemeee e non è un piccolo particolareeee..."!!!

Tatjana ha detto...

Ho sentito Amy Winehouse in concerto a Milano, l'anno scorso, e devo dire che dal vivo ha una voce ancora più pazzesca, ti fa venire i brividi, é unica, bellissima...

Certo, sta buttando via la sua vita, ma ho letto un pò di biografia, e penso sia doveroso tener conto del fatto che soffre da sempre di un disturbo bipolare, difficilissimo da gestire ed ancora di più da guarire. Dovrebbe fare vita regolare, accudita e seguita in modo adeguato, ma il successo ti fa diventare preda facile di sanguisughe di ogni genere, che di certo non ti aiutano, e spesso per interesse personale ti spingono in situazioni che accentuano ed esasperano la tua condizione, se già non stai bene.

Per quello che può valere la mia opinione ritengo che chi merita disapprovazione e disgusto, sia chi se ne approfitta, non chi crolla perché dentro ha un inferno che ogni tanto si scatena senza preavviso, e che ti fa ricorrere a mezzi sbagliati per metterlo a tacere...

Ciao!

Tatjana

Ornella ha detto...

Avete letto? La Giusy è prima in classifica nella Top Ten della settimana!
Hai ragione Tatjana, sentire Amy Winehouse cantare fa venire i brividi, quando però è in grado di farlo...Inoltre penso sia unica nel suo genere e i suoi cloni non sono certo alla sua altezza. Solo lei sa far emozionare, perchè senti che è vera.

Mibemolle ha detto...

i geni della schizofrenia e della malttia mentale sono situati a fianco dei quelli della creatività e del genio.
Non è un caso che i piùgrandi artisti e uomini ispirati sono anche depressi e pazzi.La possibilità che queigeni si esprimano separatamente è remotissima (genio senza schizofrenia)
è scienza purtroppo...
finche non impareremo a manipolare bene il DNA ogni grande artista bruceràpresto la sua vita annegandola nella depressione. Altro che convincere "Amy" a far vita regolare, ci vorrebbela terapia genica. non è manco (neanche ndT) colpa sua..

Anonimo ha detto...

Credo anch'io che anche la musica (e le voci) vivano di "mode". La canzone di Giusy Ferrero a me piace e anche la sua voce, anche se è così particolare. Poi sentiremo le prossime canzoni. Un abbraccio Betta

Miss Dickinson ha detto...

Ornella, condivido in pieno quello ch dici su Amy Winehouse, vocalmente è strepitosa.
Il mio discorso però era un altro: ora è lei è solo lei il punto di riferimento delle cantanti nuove. non esiste nessun'altra, se sei vocalmente dotata e riesci ad emergere, è perchè assomigli un po' alla Winehouse! Lungi da me criticare le sue indubbie doti, ci mancherebbe..

Caustica, è esattamente quello che intendevo! Si tratta di vera e propia contaminazione, come hai giustamente osservato tu, alla fine diventano i cloni gli uni degli altri e il famiogerato timbro "alla Amy Winehouse", diventa banale e ripetitivo.

Mib, nemmeno io sono una fan di Amy e Giusy, anzi, della prima riconosco il talento, mentre la seconda l'ho sentita 3 volte in vita mia e da subito non mi è piaciuta. E' chiaro che io di musica ci capisco quello che ci capisco, però quei singhiozzi che fa la Ferreri non mi convincono, mi sembrano sforzato e poco piacevoli all'ascolto.
Ora però ti voglio sentire cantare, Mib! :-)

Avanguard, il fatto che sia una creatura della Ventura non è una cosa da poco, direi..!
E nemmeno a me piace particolarmente, la canzone che ho linkato nel post, con quella voce singhiozzante, non sai che rabbia mi fa!

Francy, sulla Amy nulla da dire, a parte che in questo momento è la cantante più copiata del pianeta e la questione verteva proprio su questo. La Giuseppa non mi piace particolarmente, non ho ascoltato la canzone che ha scritto per lei Tiziano Ferro, ma il pezzo che ho linkato rende bene l'idea del suo timbro vocale. :-)

Tatjana, infatti io non ho messo in discussione la sua vita privata, ma solo che tutti oggi si ispirano a lei e non a , che so, Christina Aguilera.
Lei è brava, a me nonp iace la giusy ferreri, ma questo è un altro discorso:-)

Ornella ha detto...

In tutti i campi dell'arte, che sia musica, pittura, abbigliamemto etc, c'è il "genio" che inventa uno stile e poi a seguire una moltitudine di imitatori. Quando va di moda un certo genere musicale, non ci stanno santi, sono più ascoltati e vendono coloro che lo ripropongono. E nel campo degli stilisti di moda o degli hair stylists allora? Guarda le vetrine :sono una identica all'altra! Non c'è possibilità di scelta, tutti i negozi propongono le stesse cose! Riconosciamo le epoche proprio in base al genere musicale, all'abbigliamento o all'acconciatura in voga in quel determinato periodo! Perciò , carissima Miss, non riesco a capire perchè ti meravigli se ora che la Winehouse va per la maggiore, molte sono portate ad imitarla.

Miss Dickinson ha detto...

Ornella, non è che mi meraviglio, mi chiedo soltanto che fine hanno fatto le altre cantanti che un tempo erano considerate brave quanto lei. Ora nascono cloni solo di Amy Winehouse e nessuna ha una voce che ricorda, anche solo lontanamente, Mariah Carey, per dirne una a caso.
Naturalmente è solo una mia constatazione, lo so che è una questione di moda del momento, ma non mi ero mai accorta che anche in campo vocale fosse così smaccata.

Monicanta ha detto...

Io non avrei mai voluto essere come Maiale al Curry e sai a chi mi riferisco.. oddio brava è brava.. nulla da dire voce pazzesca, ma io ho sempre preferito le voci da "marciona" modello Linda Perry (4noblodes) o che ne so.. Janis Joplin oppure tra le più recenti Pink.. gran voce che adoro...e pensare che io invece ho una voce maledettamente "pulita" come si dice in gergo...porca pupazza...

Clelia ha detto...

Ottima la tua analisi musicale, Tutte come Amy... questione di "gregariato"... infondo trend che vince non si cambia? bè non era così cmq questo proverbio l'ho un pò adattato al caso!

Ti auguro una buona sereta


Clelia