martedì, dicembre 18, 2007

UNA DI NOI

Questa non è una notizia proprio freschissima, però, credetemi, sarebbe dovuta finire in prima pagina su tutti i quotidiani e inviata tramite sms ad ogni cliente di telefonia mobile.
Avete presente il Codacons? Bene, cercate di fare mente locale e di riflettere su cosa rappresenta questa associazione e quali sono le sue finalità.
Fatto?
Ecco, ora pensate ad un calendario. Ma non uno qualsiasi, ma quello proprio del Codacons, che dovrebbe stare dalla parte dei consumatori e difenderci da tutte le varie magagne.
Ci vuole un testimonial. Non so se abbiano pensato a lungo su questa cosa, forse hanno scelto una bella donna per rallegrare i molteplici uomini che si rivolgono a loro, mentre le donne si attaccano al tram e rosicano a denti stretti.
Ma in questo caso, dopo aver scelto l'essere meno rappresentativo di tutto il panorama..panorama..non so di che panorama faccia parte questa signora che fa simpatia alle donne quanto ai maschi piace Raul Bova, mi sa tanto che i signori del Codacons hanno perso gran parte della loro credibilità.
Ma dico io, come si fa a scegliere Elisabetta Gregoraci come personaggio da calendario di una associazione a tutela dei consumatori, associazione votata un po' più a sinistra che altro, piuttosto che un'operaia, o un'impiegata, o una commessa, o una colf, o una postina, o una massaia?
La cosa simpaticissima, e qui sta il guizzo geniale di Gianni Ippoliti (ideatore dello scempio) e tutta la banda dei cervelloni, è che tutti i mesi dell'anno si fermano alla terza settimana. Avete capito bene, questo calendario non serve assolutamente a niente se non a dimostrare che la Gregoraci è una di noi. Anche se ha fatto viaggetti sulle auto blu, se vive con un milionario dai milioni di dubbia provenienza e se sta in tv, pare, grazie ad una raccomandazione da parte di un tappino di damigiana che si occupa più di soubrettine e attricette che di qualsiasi altra cosa.
Ma vedere questa Gregoraci, che sghignazza piena di denti, con in mano un cartello con la scritta"affittasi", e pensarla spaparanzata sullo yacht di quel trombone del fidanzato di mezza età, ditemi voi se è una cosa sopportabile.
E soprattutto se non è una sfacciata incitazione all'espatrio.




20 commenti:

Vera Slobosky ha detto...

Non riesco a trovare qualcosa che in Italia non esorti all'espatrio.
Forse, solo il caffè mi spinge a rimanere!
Se Elisabetta G. è una di noi, io sono la cugina di terzo grado del re di Danimarca.

Isabel Green ha detto...

quoto in pieno il commento precedente...e sopratutto quella li ha una voce insopportabile!

caterinapin ha detto...

Come si fa a sentirsi rappresentati da quella donna lì????????????????
C'è solo una cagoria che potrebbe esserlo, ma non si può scrivere....
Che tristezza!
Cate ;)
http://www.lateoriadeigorghi.splinder.com/

Sara Sidle ha detto...

Ma che faccia ha quella? L'espressione delle sole foto racchiude il senso di quella donna. Non c'è nulla che faccia bene..a parte,forse, quello per la quale è stata indagata..lì doveva dare il meglio visto dove è arrivata!
Poveri noi, se quella deve rappresentare i consumatori non deve essere poi tanto vero che in Italia si sta male...ma allora io dove vivo??

Betta ha detto...

quetso calendario fa davvero schifissimo! E non c'è altro da dire...la Gregoraci io davvero non la tollero! Bacione Betta

Robin ha detto...

Si fermano alla terza settimana come metafora dell'italiano medio che non arriva a fine mese?
Che, i sé, è un luogo comune che mi sta ampiamente sul cazzo. Se gli italiani non arrivano a fine mese ma non possono fare a meno di andarsi a vedere i cinepanettoni di natale o di cambiare il cellulare o di buttare i soldi con mediaset premium, allora sono degli stronzi e meritano di morire di fame. Ma questo è un altro discorso.
Il modo migliore di esprimere dissenso sarebbe quello di lasciare quei calendari dove meglio meritano di restare. Negli scatoloni.
Spero sarà così.
See ya!

Monicanta ha detto...

Ma un bel Vaffanculo senza passare dal via alla Codacons glielo vogliamo regalare o no? Dai .. tutti in corooooooo!

Monicanta ha detto...

che poi non sembra neanche più lei.. ma mi sono accorta solo io che durante le vacanze estive si è rifatta la faccia?

Avanguard ha detto...

Davvero pazzesco. Potrei pensare ad una burla se non fosse che comunque c'è ben poca ironia in una situazione del genere. La cosa agghiacciante è che tutti sanno in non valore di questa presunta showgirl ma vuoi per un motivo, vuoi per altro tutti se la fanno andare bene.

pensierorosa ha detto...

se quella del CODACONS voleva essere una provocazione mi sa che non l'ha capita nessuno....
Se invece non è così non ho parole!!!

Perchè non prendere allora direttamente la Vanna Marchi? (tanto un pò di photoshop qui e lì...)

Tomas ha detto...

a me lei non è mai piaciuta...troppo rozza...

Francesc@ ha detto...

Si ferma alla terza settimana? Cioè gli manca un venerdì come alla Gregoraci?

Miss Dickinson ha detto...

Vera, hai perfettamente ragione, ce la stanno mettendo tutta per farci abbandonare l'Italia e ci stanno riuscendo benissimo!

Isabel, quella lì è tutta insopportabile, fidanzato compreso!

Caterina, infatti la Gregoraci rappresenta principalmente un tipo di donna. Ma la cosa che mi stupisce è il Codacons, non so cosa hanno voluto dirci ma qualsiasi cosa sia, non mi piace per niente.. :-)

Betta, il calendario, oltre che schifo, fa anche pena. Lei non si può proprio guardare..

Robin, si la metafora è proprio questa. Ma, sai com'è, il fatto che gli italiani che non arrivano a fine mese vanno al cinema a vedere i cinepanettoni, non significa che sia giusto che muoiano di fame. Credo che anche una persona, pur in difficoltà che sia, abbia il diritto ogni tanto di togliersi uno sfizio, una soddisfazione, un'evasione che di solito non fa. Chiamiamola anche pazzia, se vuoi, però capita che quella volta l'anno ci sia anche la voglia di fingere di essere quello che non si è . Ovvero, persone normali, con un reddito che consente di vivere meglio di come si vive in realtà e dire. "ci penserò domani".
Anche noi poveri abbiamo dei guizzi, sai?

Monicanta, non so che dirti sul rifacimento facciale perchè, stranamente non ci ho fatto caso, ma la cosa sarebbe del tutto plausibile. La testimonial dei consumatori si può anche permettere un interventino al viso, tanto lei a fine mese ci arriva un po' meglio di noi... ;-))

Avanguard, è quella la cosa strana. Questa è stata messa alla berlina un po' da tutti, eppure esiste ancora gente che continua a darle il pane. Ma soprattutto il Codacons, sembra quasi un paradosso, purtroppo invece è la cruda realtà. :-)

Pensierorosa, lì per lì ho pensato anch'io a una provocazione, ma la cosa non è che mi sia tornata tanto. Mi sembra che lei non c'entri nulla con la vita normale, pur che abbia fatto un po' il mignottone e dunque rappresenta una fetta di consumatori, ma tutto il resto?

Tomas, mi trovi d'accordissimo.

Francesc@, a lei gliene manca più d'uno di venerdì, o forse quelli mancano al Codacons che ha deciso di sputtanarsi proprio con lei!

Sara Sidle ha detto...

Robin, scusa se mi permetto di rispondere al tuo commento. Onestamente mi stupisco che tu dica che dovrebbero morire di fame quelli che vanno a vedere i cinepanettoni, cambiano il cellulare o quant'altro. Io ritengo di far parte della categoria dei "nuovi poveri" e ti posso assicurare che non vado mai oltre le mie possibilità. Ma se un giorno volessi fare una pazzia, cambiare il cellulare, o comprare un pc nuovo, e pagassi questo fatto a caro prezzo, economicamente parlando sarebbe assolutamente una MIA responsabilità della quale mi farei carico personalmente. Non penso che una persona "povera" debba passare la sua vita chiusa in casa, mangiando pane e cipolla, non avendo mai la voglia di fare cose comunissime come spendere soldi per un nuovo cellulare o una tv a pagamento. Non è bello sentirsi diversi dagli altri e se ogni tanto qualcuno va fuori dalle righe, forse sarebbe meglio cercare di capire piuttosto che augurarsi che muoia di fame.

Matra ha detto...

...e non è neppure nuda...

LAURA ha detto...

Assolutamente insopportabile...ma poi che senso ha fermarsi alla terza settimana?? Boh...

Marco ha detto...

se permettete spezzo una lancia a favore di Robin, visto che anch'io ogni tanto me ne esco con frasi del genere. Non augurerei mai a nessuno di morire di fame, però continuo a non capire com'è che ai tempi dei nostri nonni una coppia aveva anche 3, 4 figli con una situazione economica media decisamente peggiore di quella attuale.

francy ha detto...

Io alla Gregor non le farei fare niente di niente di niente, nemmeno il calendario coi defunti mummificati. Al massimo la manderei a lavorare in miniera a scavare con le mani. Dimmi te se una stronza del genere che si sposa un miliardario ancora più stronzo di lei, debba essere la testimonial di qualcosa, qualunque cosa! Mah! Comincio a perdere la bussola...

Miss Dickinson ha detto...

Matra, il che, se è possibile, è ancora peggio.

Laura, non hai carpito la finezza? Perchè gli italiani arrivano a malapena alla terza settimana del mese con lo stipendio e la nostra eroina e gli inventori di questo gioiellino, vogliono dirci che ci capiscono. E ci prendono lo stesso per il culo.

Marco, i tempi sono cambiati, le esigenze sono diverse. Nella vita poi succedono 1000 inconvenienti che non ti consentono di vivere in modo più che dignitoso.
E poi ognuno ha la sua storia, non si può generalizzare e paragonare un periodo ad un altro perchè ci sono stati troppi cambiamenti.
Tutti in peggio, ma ci sono stati.

Francy, sono le stesse cose che penso anch'io e non si spiega perchè la scelta è caduta proprio su di lei.
Sono misteri del Codacons che noi poveri mortali che non arriviamo alla quarta settimana del mese, non capiremo mai. :-)

simbax ha detto...

che schifo! soprattutto il codacons quanto le avrà dato???ovviamente l'ha pagata con i soldi che ilcaro consumatore paga con l892 dell'associazione, che invece di essere gratuito è a pagamento.

ps ma bisogna registrarsi?

simbax