giovedì, dicembre 06, 2007

CHILOMETRI DI PELLICOLA

Francamente non riesco a farmene una
ragione.
Ma non per qualcosa di personale nei loro confronti, ci mancherebbe altro, ma proprio perché oggi basta veramente poco per essere protagonisti di una biografia o addirittura di un film su”la vita di”.
Parlo, innanzitutto, di Marco Baldini, il socio di Fiorello a “Viva Radio 2”, che ha scritto un libro sulla sua esperienza di giocatore d’azzardo dal quale è stato immediatamente tratto un film. Ma proprio un film vero, con l’autore interpretato da Elio Germano, naturalmente, attore super gettonato nonché stella del momento.
Con tutto il rispetto, ritengo che leggere e sue vicissitudini personali su carta, sarebbe stato più che sufficiente. Che poi vogliano anche invitarci a vederle, come se si trattasse della vita segreta di un personaggio di livello mondiale, mi sembra un po’ azzardato ed esoso.
Ma ora funziona così e ci meravigliamo del successo dei tronisti che imperversano un po’ dovunque. Nel loro caso c’è la bellezza e successivo nulla, come nel caso di Marco Baldini, oltre la simpatia e presumo una certa dimestichezza con l’italiano, cos’altro ci può essere di così interessante?
Se proprio vogliamo star lì a fare il capello in 4, anche Pupo ha vissuto l’esperienza negativa del gioco d’azzardo e, se non sbaglio, anche lui ha scritto un libro. Ha perso tutto, ha patito la povertà, è caduto e si è rialzato, ma forse lui si chiama Pupo ed è un po‘ più bassino della media. E poi non lavora con Fiorello, altro dettaglio non insignificante.
Oggi ci vuole poco a regalare al pubblico un’autobiografia.
Perfino i Negramaro, nati, perlomeno a livello nazionale, circa 3 anni fa, si sono meritati un documentario sulla loro carriera.
Neanche fossero i Beatles o i Rolling Stones, dai, sono usciti da Sanremo pochissimi anni fa, hanno successo, questo è indubbio, ma cosa mai si celerà dietro tutto ciò di così importante da giustificare una produzione tanto ambiziosa?

Per me tutto questo è onestamente esagerato, dopotutto sono persone ancora in vita, giovani e, sopratutto questi ultimi, hanno un percorso artistico talmente breve che raccontare gli esordi è come parlare di quello che hanno mangiato l'altro ieri.
Ma forse nel film ci dicono anche questo, tanto per farcelo sapere.

17 commenti:

Roberta ha detto...

Cara, non appena ho cominciato a leggere, ho subito pensato a Pupo, mio piccolo scheletro nell'armadio che ormai ho rivelato, e poi ho visto la sua foto!
Hai proprio ragione, ormai non sanno piu' cosa inventare per intrattenere il pubblico. La cosa che mi stupisce e' che c'e' gente che legge certi libri e guarda certi "documentari" e pensa di aver appena ricevuto il dono della verita'. Io, sinceramente, non voglio spendere i miei soldi per il libro-verita' sulla dipendenza da gioco d'azzardo di baldini...

Isabel Green ha detto...

oggi sembra tutto troppo facile...e poi si prendono i famosi tram in faccia...mi sembra che si sia un pò perso il significato vero delle cose...

Matra ha detto...

Cara Miss Dickinson,
tutto ruota intorno alla notorietà e non intorno alla qualità.
Se Cartesio fosse vissuto oggi avrebbe detto (al posto di "Penso...quindi esisto") : "Sono noto...quindi esisto". :-)

pensierorosa ha detto...

sono d'accordo con te sia sul discorso di Baldini che su quello dei Negramaro.
Dei Negramaro però mi colpisce il fatto che vivono tutti insieme in campagna....

Betta ha detto...

Che dici Miss proproniamo anche noi una nostra biografia? Io mi permetto di dire una cosa (anche se sarò impopolare): a me Baldini e Fiorello non è che fanno impazzire. Certo, certe loro gag sono simpatiche, ma li trovo eccessivi con la voglia di far ridere. E biografia del giocatore d'azzardo non credo proprio che la leggerò :-) (e tanto meno gaurderò il film).
Bacioneee
Betta

Tomas ha detto...

nono...hai pienamente ragione !
E' ora di finirla con queste "possibili meteore" che ne approfittano subito proprio per evitare che lo diventino realmente...

Avanguard ha detto...

Concordo, mi sembra davvero eccessivo tutto questo "spreco di pellicola. Intanto perchè Baldini forse non ha nemmeno scritto il libro in prima persone e poi perchè anche da un punto di vista televisivo non è nessuno. E visto che tv stiamo parlando sarebbe carino che la gente lo conoscesse almeno un pò :-D Anche dalle disgrazie di Pupo è stato tratto qualcosa, una sorta di musicarello teatrale interpretato da lui, ma per l'appunto è stata una cosa di minor impatto mediatico, perciò più accettabile. Stesso discorso vale per i Negramaro, magari le loro intenzioni erano anche buone ma con l'esposizione televisiva quest'operazione assume tutt'altro significato. Il leitmotiv di queste due fiction è l'assenza totale di meritocrazia, che purtroppo ammorba l'Italia ormai da anni. Un tempo, i film si facevano sui grandi, oggi si possono fare su chiunque a patto che viva il suo momento e abbia un produttore alle spalle.

Suysan ha detto...

La fortuna di Baldini è avere incontrato Fiorello altrimenti stava ancora ai tavoli da gioco......leggere e vedere la sua storia sinceramente non mi interessa ma non nego che magari a qualcuno che ha il problema del gioco potrebbe aprire nuove prospettive......

francy ha detto...

Il film sulla mia vita sarà presto sui grandi schermi ed è già nella rosa dei candidati al premo Oscar.
Ho pensato che prima faccio il film e poi faccio il libro.
Così, giusto per andare contro corrente!

flo ha detto...

Probabilmente il pescivendolo del mercato centrale ha una vita segreta molto più interessante di Baldini, tanto varrebbe pescare la gente a caso e girare film sulle persone comuni!
Ah già... ma non tutti sono amici di Fiorello.
ps: Miss, problemi di connessione mi hanno tenuta lontana dalla blogosfera per una settimana, ma sono tornataaa!
Ciao!:*

Anonimo ha detto...

sorry ma tu eri una pink lady al concorde jam

vera ha detto...

Sono divisa tra la tentazione di mandare a ramengo gente che si crede sin troppo interessante, oppure comprare questo libro e regalarlo a mia zia che ormai è diventata maniaca del Bingo...

ohmygosh ha detto...

ma che succede ai tuoi commenti????
Ne ho mandati due e non li ritrovo più......

Miss Dickinson ha detto...

Roby, il "nostro" Pupo è stato quello che ancor prima di Baldini ci ha rivelato il suo dramma da giocatore e, a parte un docu-film su Rai 3 che io ho visto e che mi è anche piaciuto, c'è stato un interesse decisamente minore.
E pure i Negramaro, nati pochissimi anni fa e già in grado di farci conoscere i loro esordi, neanche fossero i Led Zeppelin!

Isabel, è proprio così, ora tutto è possibile senza stare a guardare troppo il pelo nell'uovo. Vai in tv? allora sei famoso e ti meriti la biografia!

Miss Dickinson ha detto...

Matra, ma oggi, purtroppo, funziona proprio così. Basta apparire mezzo secondo in tv (non dico al cinema perchè è la televisione che sta facendo danni incalcolabili) e automaticamente entri nell'olimpo dei vips. Nel caso di Baldini, è bastato anche molto meno, addirittura la radio, pensa un po'..

Pensierorosa, non sapevo che vivessero tutti insieme in campagna, questa voglia di condividere però è anche bellina. Rimane il fatto che il film su di loro a me fa un po' ridere..

Betta, a dirti la verità, anche a me sono un po' venuti a noia. Fiorello mi sta molto simpatico, ma è tutto questo esserci e non esserci che mi sta iniziando a stancare. E di sicuro nemmeno io comprerò il libro di Baldini..Un bacione!

Tomas, io credo che finchè Baldini si appoggerà a Fiorello, avrà un bel po' di strada spianata..

Avanguard, Pupo aveva anche fatto quella specie di documento, o reality o spaccato di vita, che andava in onda molto tardi su Rai 3. Mi pare si chiamasse "L'Equilibrista", ed io me lo sono visto tutto.
Naturalmente non è stato niente di eclatante, nel senso, Pupo interpretava Pupo, sua moglie, sua moglie, sua mamma, sua mamma e via discorrendo, non c'era nessun Elio Germano a fare la sua parte.
Ed è proprio questo che è brutto, il fatto che Baldini meriti un libro ed un film al cinema, per dire che il gioco d'azzardo lo stava rovinando.
Per i Negramaro, dico che secondo me, se la tirano da morire, e sono convinti che il loro percorso abbia una marcia in più rispetto a quella di tanti altri gruppi.
Roba da chiodi..

Suysan, concordo con te. La sua fortuna è solo Fiorello, altrimenti, col cavolo che aveva Germano ad interpretarlo!

Francy, chissà chi chiamerai ad interpretarti..Come partner maschile sono sicura che il manzo reggerebbe il ruolo alla perfezione..

Flo, sicuramente il pescivendolo avrà una vita più interessante!
La conclusione l'hai tirata su, basta essere amico di Fiorello!
Ti avevo persa, meno male che sei tornata! :-)

Jam, no, io non ero una Pink Lady, ma loro le ho ben presenti.

Vera, io manderei questa gente a ramengo, tanto non credo che il libro di Baldini riuscirebbe a dissuadere tua zia! :-)

Ohmygosh, non riesco a capire, mannaggia, non è la prima volta che siccede. Mi dispiace tanto..

Anonimo ha detto...

ragazzi siete dei rosiconi... badate alla vita degli altri criticando le loro scelte...

1 nessuno vi obbliga ne a leggere il libro.. ne ad andare a vedere il film..

2 il libro l'ha scritto lui..

3 ma vi cambia la vita ?

4 italiani che spreco di cervelli

Anonimo ha detto...

ah dimenticavo...

oggi tutti possono scrivere tutto.. anche avere un blog...
ummmmm ..
magari qualcuno pensa di voi la stessa cosa.. chi siete per avere un blog?

avete una vita cosi' interessante e delle opinioni cosi' fuori dal comune che vale la pena far circolare ?

allora se la risposta e' si.. vuol dire che anche uno come Baldini puo' scrivere un libro...
baci..

ovviamente non sono fan di BALDINI.. ma quando leggo certe cavolate.. diventa piu' forte di me non evidenziarle...

Buon Natale dispensatori di verita'.. e custodi dei giusti modi di vivere...