lunedì, dicembre 03, 2007

LA TERZA ETA' CI AMA


E con questo post , cari lettori abituali o di passaggio, sono sicura di tirarmi definitivamente la zappa sui piedi, nonché di perdere per sempre la credibilità ai vostri occhi.
Vogliamo parlare di Paolo Limiti?
Lo so, per moltissimi di voi è solo un signore di mezza età che promuove Nilla Pizzi e Giorgio Consolini, o al massimo Manuela Villa e Giovanna, però dovete riconoscere quale pozzo di sapienza hollywoodiana sia quest’uomo qui.
Innanzitutto, io per la mia famiglia sono il Paolo Limiti della situazione, perché sono informatissima sulle cose in assoluto più inutili della vita. Ad esempio, so chi è Tommaso Buti o come si chiama l’ex marito di Enrica Bonaccorti. Robe che non servono a niente, lo riconosco, ma che mi fanno assomigliare leggermente a quell’enciclopedia vivente che è l’ometto di cui sopra.
Intendiamoci, lui sa veramente tutto. Conosce un sacco aneddoti sui vecchi attori americani e come racconta le cose lui, nemmeno Carlo Lucarelli in Blu Notte.
Mi rendo conto che il suo genere televisivo è un po’ da terza età, infatti quando imperversava nei pomeriggi di molti anni fa, io mi rifiutavo categoricamente di seguirlo, salvo restare incantata quando iniziava a parlare della Hollywood che fu, in maniera garbata e circostanziata.
E qui voi penserete che ormai ho già mezzo piede nella fossa se rimpiango il buon Paolo Limiti, eppure, lo riconosco, è prop
rio così.
Mi dispiace che un personaggio come lui, sia costretto a rimanere fuori dalla porta per far spazio a quel cammellone di Luca Giurato o a quel rincitrullito di Michele Cucuzza, il quale, tra l’altro, ha la personalità televisiva di una zanzara spiaccicata sul muro.
Nonostante gli ascolti e nonostante la simpatia che riscuoteva tra le signore non più giovanissime, il direttore di Rai 1 non ha più voluto confermarlo nel palinsesto.
Dicono per una più che sottile forma di antipatia che nutre nei suoi confronti, non si sa bene se questa sia la verità, ma di sicuro c’è che il volto di Paolo Limiti è quasi completamente scomparso dalla faccia della Rai.
Siccome io sono una donnina che spazia un po’ tutti i generi di qualsiasi cosa, ho voluto ricordare questa figura televisiva così sottovalutata, ma così portatrice sana di una tv rilassante, parlata, cantata e mai urlata.
Inoltre, so di farvi cosa (s)gradita, invitandovi a guardare il video della sigla di una delle ultime trasmissioni di Paolo Limiti, per darvi anche modo di pensare che ormai sono definitivamente andata e che per me la dentiera sarà il passo successivo.


24 commenti:

francy ha detto...

Oddio, ma chi è tutta sta gente che hai nominato??? o_O
Comunque non è che Limiti mi sia tutta sta antipatia: secondo me in tv ci può stare e pure bene! Non nuoce a nessuno e soprattutto non è il primo pistola messo lì: lui le cose le conosce davvero!
Purtroppo però cultura non è più una parola che si addice agli italici palinsesti!

Oh sia chiaro: se riporta quel mocio vileda che spacciava per cane, esigo che tornino in tv anche Uan, Four e Ambrogio!

Suysan ha detto...

Apprezzo la preparazione di Paolo Limiti sugli aneddotti della vecchia Hollywood...ma purtropo non mi piace come persona...quasi mi da fastidio a vederlo!!!!!

Roberta ha detto...

Ciao Miss,
molto, molto occupata ultimamente!
La prima volta che ho visto Paolo Limiti ricordo di aver pensato: ma com'e' che questo qui conosce tutti a hollywood? Ho pensato subito che fosse molto gay, ma poi ho visto che era addirittura sposato con la valletta bionda!

caterinapin ha detto...

Chi è Tommaso Buti?
Comunque farò la figura della strana anch'io, ma devo dire che Paolo Limiti aveva il pregio di fare una tv garbata e che di questi tempi non è poco...
Per fortuna io la guardo davvero poco!
Ti abbraccio cara
Cate ;)
http://www.lateoriadeigorghi.splinder.com/

Betta ha detto...

Paolo Limiti a me fa tenerezza. Mi lasciava perplessa quando stava con la Justine, ma de gustibus...
Uccidiamo Cucuzza! Io non lo tollero (anche se mia nonna va pazza per lui...e per Pupo!).
Bacione Betta

Matra ha detto...

Non ho mai visto una trasmissione di Limiti ma, guardando il filmato della sigla, mi ha fatto tornare alla mente i vecchi show di una volta, dove tutti si muovevano in modo per lo meno "professionale".
Professionalità che, ormai da tempo, è relegata tra gli ultimi requisiti richiesti per lavorare in RAI (Luca Giurato docet).
Mi unisco al coro...chi è Tommaso Buti?

Marco ha detto...

Era da un po' che non passavo :-)
Quando c'era Limiti lo odiavo; ero in piena tardo-adolescenza e odiavo tutto ciò che sapesse di "bei vecchi tempi" ; ora andando a lavoro in autobus ogni tanto sento "Con parole mie" in podcast, fai tu... LOL!
Comunque Giurato e Cucuzza nun se possono senti'!

pensierorosa ha detto...

io onestamente non lo sopportavo per cui per me può continuare a fare la sua collezione di bambole....

Il soprannone che ti hanno affibiato ti si addice a pennello cara tuttologa!!!

Isabel Green ha detto...

non impazzisco per lui ma è sicuramente meglio di cucuzza!

S.B. ha detto...

Prossima fermata Ospizio ? ;-)

Avanguard ha detto...

Può far sorridere la sua figura, ma chi ne parla male in genere è vittima del classico luogo comune. Lo stesso che vuole Rete 4 come rete geriatrica quando in seconda serata ad esempio passa dei film allucinanti. Tornando all'argomento, convidivo in pieno il tuo post. Manca dalla tv, un professionista come Limiti, garbato e piacevole. Io non seguivo le sue trasmissioni ma rimanevo impalato, proprio come te, di fronte ai suoi racconti dello showbiz che non c'è più. Poi anche vedendo il video, quando mai un programma pomeridiano ha avuto un impianto così teatrale e votato al varietà, quasi al musical? Quella sì che è qualità, a prescindere dai gusti. Altro che Balivo e compagnia "bella". Inoltre Limiti ha lanciato grandi personaggi negli anni 80, ad esempio Gianna Tani ed è stato autore di tanti programmi Mediaset, quelli che ci piacevano insomma. Per questi motivi, non posso che appoggiare il tuo post, senza dentiera :-)

francy ha detto...

Petta eh.. sto facendo una prova con l' account blogger che mi sono appena fatta! ^^

Mimmo ha detto...

lo so io perche è antipatico al simpaticissimo direttore Rai: ha invidia delle sue tinte perfette!!!

;)

Miss Dickinson ha detto...

Francy, è vero, Paolo Limiti in tv ci starebbe benissimo,se non altro per la competenza e la professionalità.
Ma come dici tu, queste sono caratteristiche che non si addicono agli italici palinsesti, quindi becchiamoci la mandria di personaggi inutili che vanno in onda di questi tempi e abbandoniamo il buon Paolo al suo destino..
Ti sei registrata su blogger? Come dice Cucuzza, "evviva!"
Mi scuso per la triste citazione... :-))

Suysan, non discuto sulla simpatia che puoi avere o meno nei suoi cobfronti, però sono contenta che riconosci la sua indiscussa preparazione.

Roberta, anch'io credo che tendenzialmente sia gay. Il matrimonio con Justine Mattera ho sempre pensato che fosse nato per lanciare lei e per far tacere eventuali voci su di lui.
Stasera ti scrivo una mail!

Cate, Tommaso Buti è un losco figuro che è stato fidanzato con un po' di donnine televisive e negli ultimi anni stava con Beatrice Borromeo, quella di Anno Zero. Quando dico che io conosco un sacco di cose inutili, lo vedi che ho ragione? :-)
Limiti aveva proprio il pregio di essere garbato, gentile e preparato. Qualità che la nostra televisione apprezza molto poco.
Baci!

Betta, il matrimonio con Justine per me è stato tutta una finzione, non ci ho mai creduto davvero..
Tra Cucuzza e Pupo, io sceglierei Pupo 1000 volte, se non altro per la simpatia..

Matra, è proprio così, la tv di Limiti era forse un po' demodè, ma perlomeno era fatta da persone competenti e l'impronta era quella di degli show di una volta.
Per Tommaso Buti, ti rimando alla mia risposta al commento di Cate, dove ho espresso tutta la mia inutile cultura a proposito di argomenti altrettanto inutili.. ^____^

Marco, ma pure io! Non sopportavo tutte quelle vecchie glorie delle quali si circondava e non capivo la mia mamma che lo seguiva tutti i pomeriggi.
Però quando iniziava a parlare di Hollywoood, restavo rapita ad ascoltarlo e un po' mi spaventavo.
Poi si cambia, e vedo che anche tu me ne dai una bella conferma..! :)

Pensierorosa, il soprannome mi si addice in parte, perchè io conosco anche il gossip marcio e becero, lui è molto più raffinato...^___^

Isabel, su questo spero non ci siano mai stati dubbi! :-)

SB, mi sa di si, senza dimenticare la dentiera nel bicchiere! ;-))

Avanguard, non sapevo di Gianna Tani e la cosa non fa altro che confermarmi quante cose buone ha fatto quest'uomo. Che poi hai ragione, nominarlo sovente fa pensare al reparto geriatria o alle vecchiette che seguono le sue trasmissioni attaccate all'ossigeno, ma se ci pensiamo bene la sua televisione è quella che piacerà a noi quando avremo 70 anni. Il nostro Paolo Limiti chi sarà? Chi ci parlerà degli anni 80, mentre i ragazzi ci prenderanno in giro come abbiamo fatto noi con le nostre mamme?
Paolo Limiti, a dispetto di tutto, ha sempre portato avanti una tv perbene, fatta di persone capaci, telentuose, retrò, se vogliamo, ma sicuramente, artisticamente parlando, con molte cose da dire.
Ti abbraccio ;-)

Mimmo, mi sa che non sarebbe del tutto campata in aria come supposizione..:-)

Tomas ha detto...

Io quest uomo non lo sopporto...
ciao carissima !

Alicesu ha detto...

io me lo ricordo con molta simpatia...
Beh, tutta questa sapienza potresti utilizzarla per condurre una trasmissione tutta tua!

Monicanta ha detto...

Con le conoscenze che possiedi potresti proporti come il nuovo Paoletto Limiti in gonnella!

Lune ha detto...

a me piaceva.

era una trasmissione dolce e nostalgica.

kira ha detto...

Non temere Miss, ai miei occhi non hai perso credibilità!! XD
Ad ogni modo, di sicuro il programma era meglio di quello di Cucuzza!

LAURA ha detto...

Non ho mai seguito in TV Paolo Limiti ma alcune volte mi è capitato di vederlo e devo riconoscere che sa un sacco di cose sul cinema e sulla musica,ne potrebbe parlare per ore. Cosa rara in televisione al giorno d'oggi dove sono tanti quelli che parlano a vanvera senza sapere cosa dicono...

gds75 ha detto...

Questa sua inutie ed infinita conoscenza di aneddoti e conoscenze era talmnente tanta che gli elio e le storie tese lo fecero partecipare ad un loro disco nel quale presentava una canzone con aneddoti inventati. :-)

pOpale ha detto...

Non ho seguito molto i suoi programmi ma per quello che ho visto è un grande professionista. Purtroppo la TV urlata ha fagocitato tutto. L'unica pecca sono la sua predilezioni per i pupazzi parlanti ;)

Miss Dickinson ha detto...

Tomas, a molte persone non sta simpatico, d'altra parte non si può piacere a tutti!


Alice, le mie nozioni sono del tutto inutili, fidati, non servono a nulla se non a scrivere i post leggerini che mi piacciono tanto!

Monica, in confronto a lui io al massimo potrei essere Alfonso Signorini, ma a quel punto comprerei un cappio e farei l'unica cosa che potrei fare!

Lune, è vero, era una trasmissione sul filo della nostalgia e per questo molto amata.

Grazie Kira, ne sono felice!

Laura, il bello di Limiti è proprio la sua conoscenza. Sa moltissime cose ed è un vero piacere starlo ad ascoltare. :-)

Gds, lui sa tutto veramente e un'altra cosa molto simpatica di lui è che riesce a prendersi in giro con molta tranquillità! :-)

Popale, hai ragione a proposito dei pupazzi. Floradora non si poteva guardare, fortuna che poi l'ha abbandonata ed è tornato ad essere libero da tutto quel pelo!

Crazy Devil ha detto...

Accidenti... Paolo Limiti! Quasi ero riuscito a dimenticarlo!!! -_-'

In effetti, però, era quasi interessante sentirlo parlare della Hollywwod del passato...

Ciao! :-)