giovedì, dicembre 20, 2007

QUANDO IL DOPPIAGGIO FERISCE

Mi sono domandata un sacco di volte, se il doppiaggio aiuta o uccide il nostro immaginario.
Il più delle volte credo che sia del tutto necessario, perché mi è capitato di sentire le voci originali degli attori e scoprire che quella di
Francesco Pannofino è decisamente più sensuale di quella dell’attore americano che sbiascica anche un po'.
Capita però che uno spot, per quanto bello che sia, perda gran parte del suo fascino grazie a delle voci inadeguate e assolutamente inascoltabili.
Mi riferisco a Nicole Kidman e Rodrigo Santoro nello spot del fascinosissimo profumo, Chanel N.5.
A parte la sceneggiatura un po’ così, qui si parte dal presupposto che la Kidman sia una star a livello planetario. E mi sta anche bene. Ma l’avete sentita in italiano quando dice al tassista: “
vaaaadaaaa…” con quel sospiro che non si capisce bene se è asmatico o di piacere?
Nell’originale, è sempre un po’ ansante, ma sarà che “
driiiiveee...” ha tutto un altro suono o che la sua vera voce sembra più adatta alla sua faccia, oppure sono solo io, fanatica di doppiaggio e doppiatori, che sto un po’ troppo a vedere il capello.
Infatti in questo caso entrambe le voci sono inadatte come lo sarei io vestita da Jessica Rabbit. Anche il fascino del bel Rodrigo, con quel vocione italiano da signore di mezz’eta, col sigaro in mano e il bicchiere di brandy sul tavolo vicino, poco si sposa con quella maschia bellezza da naufrago che noi spettatrici assidue di Lost abbiamo potuto ammirare in tutto il suo splendore.
In questo caso, due voci hanno fatto la differenza, a dispetto di una Nicole Kidman un po’ mummificata ma sempre di gran fascino, e di un giovane attore che anche in “Love Actually”, completamente sconosciuto, ha lasciato in me un gran bel ricordo.
A volte è molto meglio tacere, anzi no, un sottotitolo in più sarebbe stata quasi la perfezione.

18 commenti:

Signor Ponza ha detto...

Io sono profondamente contrario al doppiaggio. Prima di tutto perché in qualche modo toglie qualcosa all'originale, lo modifica inevitabilmente. In secondo luogo, mi sono reso conto che è anche un grande handicap. Nella maggior parte dei paesi europei non è strano trovare al cinema film in lingua originale, al massimo sottotitolati. Ed è inevitabile riscontrare come gli italiani siano sempre svantaggiati rispetto agli altri nel parlare l'inglese.

Miss Dickinson ha detto...

Signor Ponza, su questo hai ragione, il doppiaggio modifica inevitabilmente l'originale, talvolta anche in maniera del tutto inappropriata. Questo spot, ad esempio: se ascolti la versione originale, è tutto completamente diverso, le voci sono totalmente dissimili e scelte, tra l'altro, malissimo.
A volte anch'io preferisco i sottotitoli, ma spesso non è facile seguire un film leggendo e guardando le facce degli attori.
Però, almeno io, adoro i doppiatori e la loro maestria, quindi il mio giudizio non so quanto possa essere valido..

Isabel Green ha detto...

beh quel pezzo di philadelphia in cui denzel washington inizia il processo è leggendario!è uno dei miei film preferiti!!!beh diciamo che nn ci ho mai prestato attenzione per quanto riguarda questa pubblicità!sn troppo impegnata a guardare il bel bronzo!!! ;)

Suysan ha detto...

Anche io come Isabel Green non ho guardato con attenzione lo spot in questione......ma a me risulta che in Italia abbiamo il fior fiore dei doppiatori...forse i migliori in assoluto....

Miss Dickinson ha detto...

Isabel e Suysan, se cliccate sulle parole in rosso vi appaiono i video sia in italiano che in inglese. E lì si sentono le differenze..

Alicesu ha detto...

non ho idea delle pubblicità di cui parli... Però quello che posso dire è che il doppiaggio italiano merita. Non sono d'accordo con quello che dice il signor ponza:ci sono cose che col doppiaggio guadagnano e cose che perdono...Non c'è una regola ben precisa.

pensierorosa ha detto...

ho ascoltato entrambe le versioni e devo dire che hai perfettamente ragione!!

Sai che non mi ricordavo che il bel Rodrigo fosse nel cast di LOVE ACTUALLY? (e si che all'epoca l'avrò visto 4/5 volte)
Comuqnue ho a casa il dvd e magari nelle vacanze di natale me lo ricordo... Christmas is all around...

TANTI AUGURI CARISSIMA MISS DICKINSON

Betta ha detto...

Ogni tanto io guardo i film in inglese, in lingua originale e trovo che le voci di alcuni attori siano davvero socene...ho vagamente presente la pubblicità di Chanel, nel senso che la trovo un po' assurda e cambio canale quando la fanno. Presterò attenzione allora!Bacionissimo Betta

Monicanta ha detto...

Effettivamente a volte i doppiaggi fanno davvero schifo... e le voci risultano poco azzeccate... bisognerebbe quando è possibile lasciare le voci originali. Mi rendo conto che nel contesto di un film sia pressochè impossibile.. ma in uno spot sarebbero stati sufficienti i sottotitoli no?

Robin ha detto...

Guarda, sinceramente non saprei.
In linea di massima, per certe cose, sono dell'idea che sia meglio vederle in lingua originale coi sottotitoli.
Però a volte penso che il doppiaggio dia un valore aggiunto alla recitazione degli attori, soprattutto quando questa non è il massimo.
Per esempio, ora non ricordo il nome del doppiatore (che mi pare sia morto), ma quello che doppiava Stallone, per esempio, di quanto avrà sollevato l'interpretazione dell'attore? Secondo me tantissimo.
Comunque, una cosa che odio, è quando saltano il doppiaggio di determinati momenti, tipo quando, che so, un personaggio canta in inglese o grida. A volte lasciano l'audio originale e senti polifonie davvero improbabili.
See ya!

Suysan ha detto...

Come mi hai consigliato ho visto i due filmati e hai perfettamente ragione quello in italiano perde molto ........avrebbero potuto senzaltro fare di meglio.....i bravi doppiatori ci sono!!!!

francy ha detto...

Ecco chi è!!! E' quello di Lost! Peccato ce l' abbiano fatto morire subito.. :°°(
Uno bello così non se lo meritava!
Il doppiaggio insensato è il motivo per cui preferisco guardare tutto in originale o, in caso di lingue non anglofone, con i sottotitoli.
Per esempio: in Lost versione italiana, Charlie (Chaarlieeee!! ç__ç ) ha una voce che sembra Paolino Paperino. Nella versione originale, invece, ha una voce che pare Mandingo!
Oppure: Hugo in italiano chiama tutti "Coso", ma in realtà lui dice "Dude" che vuol dire Amico.
E la lista continua....

francy ha detto...

Aspetta....
Alt...
Ora mi sono ricordata che voi non avete Sky...
Avrò mica spoilerato, vero?

Mi cospargo il capo di cenere e mi inchino sui carboni ardenti.

gds75 ha detto...

pensa a quei poveretti come raul bova che doppiati o no da vedere sono meritevoli e come apropno la bocca fanno cagare....

gds75 ha detto...

aggiungo.... se vuoi farti venire i brividi veramente procurati profumo di donna in lingua originale e senti l'arrigna di al pacino alla fine del film.... brrrr rabbrividiamo!!!

viola21 ha detto...

io volevo fare la doppiatrice... così potevo diventare figa almeno una volta nella vita! buahahahah!

comunque sono così affascinata dalla beltà dei protagonisti che non ho fatto caso alle voci. rimedierò :)

Miss Dickinson ha detto...

Alice, per vedere i video dello spot, basta cliccare sulle parole in rosso.Comunque, il doppiaggio spesso è indispensabile anche per salvare dall'obbrobrio qualche attore americano che ha la voce un po deludente.
E poi, hai ragione, non esiste nessuna regola precisa.

Pensierorosa, "Love actually" visto nel periodo di Natale, è la morte sua!
Buon Natale anche a te!

Betta, ma il video della pubblicità è nel post! Basta cliccare su "vaaadaa" e "driiiiveee" e ci sono le pubblicità in italiano e in inglese!

Monica, io sono una fanatica del doppiaggio, però a volte le voci sono scelte non so con quale criterio, e cambia un po' tutto il prodotto.
In un caso come questo, bastavano veramente i sottotitoli.

Robin, nel caso di Stallone hai perfettamente ragione. La voce di Ferruccio Amendola ha dato sicuramente qualcosa in più a lui come attore, il quale, a mio avviso, non è mai stato quella gran cima.
Però è anche vero che il doppiaggio spesso è anche troppo invasivo, come nei casi che hai citato tu. O come quando riadattano i dialoghi in base alle nostre esigenze, come nel caso della sit-com "La Tata", completamente snaturata dalla versione originale.

Suysan, eccome se ci sono i bravi doppiatori, solo che per quello spot non si è capito in base a che cosa hanno scelto quei due!

Francy, oddio, Charlie ha la vocina??? Non lo avrei mai detto ed infatti, in questo caso, il doppiaggio ha stravolto la versione originale. E non si capisce il motivo. Il mio preferito, Hugo, dice "coso", ma perchè non avrebbe potuto dire "amico"?
Comunque, tranquilla, anche se non ho Sky, il mulo mi ha servita a dovere e non mi hai affatto spoilerato.. ;-))

Gds, Al Pacino ormai lo sento solo parlare con la voce di Giannini, non c'è storia. Io invece ho sentito Denzel Washington in lingua originale e mi è sembrato un gran biascicone. Ho rimpianto Pannofino..

Viola, puoi vedere i video nelle diverse lingue, cliccando sulle parole in rosso!
Davvero volevi fare la doppiatrice?

Virgilio Rospigliosi ha detto...

Tranquilla, il doppiaggio dello spot della Chillit Bang non lo batte nessuno!!
Buon Natale Miss