lunedì, maggio 27, 2013

UNA STORIA TRISTE

Non stiamo parlando di un genio e nemmeno di una mente eccelsa, in realtà sono soltanto Nando Colelli e Sara Tommasi, due personaggi in cerca di gloria. Non la troveranno neanche col porno, secondo me, perchè ho come l'impressione che a entrambi manchi quel quid che li differenzia dagli ammassi di pelle depilata che si rotola sui set del genere. Lui non ha le misure di Rocco, lei non ha il fascino di Moana, lui ha l'atteggiamento di un pesce surgelato, lei sembra costantemente sotto effetto di lsd. Nonostante queste evidenti e gravissime carenze, eccoli sbucare dai meandri dell'hard fatto in casa, convinti di poter intraprendere una qualsiasi carriera che porti loro in qualsiasi direzione che non sia quella di un cosiddetto "lavoro normale". Nando dopo un recente Grande Fratello, a parte l'ubriacatura iniziale, era tornato nel prevedibile dimenticatoio ma senza mai scordare che la popolarità val bene qualche figura grama. E come dimenticare il provino con un attrice porno che gli procurarono Le Iene qualche anno fa. Avete presente l'alza bandiera? Ecco, dimenticatelo. Oggi però la bandiera si è alzata e con una partner che probabilmente avrebbe bisogno più di un 'interdizione che di una telecamera puntata addosso, ma questo è il prezzo per raggiungere il successo. 
Fanno pena questi due ragazzi, pena per la pochezza della loro vita e per la deriva di un'esistenza che sicuramente li porterà a naufragare, povere vittime delle loro stesse esistenze. Non sono niente, non sanno fare niente e si ostinano a percorrere le strade più facili per raggiungere la popolarità come se mostrare quanto poco valgono al resto del mondo, significasse imprimere nella storia il loro discutibile talento. In quanto esseri umani hanno perso ogni qualsiasi forma di dignità, ma la sola cosa che li fa assomigliare al loro ideale di fama è la necessita di far vivere il personaggio a discapito della persona. Anche se  chi sono diventati oggi veramente Nando e Sara, probabilmente  non lo sanno più nemmeno loro. 


1 commento:

Ibadeth Hysa ha detto...

Sappiamo chi ringraziare per questa deriva....