venerdì, maggio 24, 2013

IN PIEDI SUL PREDELLINO

C'erano una volta i tronisti. Quelli stile Costantino e Daniele sono roba vecchia, muscoli e Lele Mora al seguito, non esistono più. Quelli nuovi sono ragazzi normali, belli ma accessibili, niente discoteche Hollywood e Billionaire, ma soprattutto niente agente dietro la schiena. E per "dietro la schiena", potrei intendere molte cose.
Ma la nuova creatura made in Mariadefilippi, si chiama Antonio. E' un sessantenne che partecipa al cosiddetto "Trono Over", ovvero, uomini e donne adulti che decidono di conoscersi in tv e instaurano rapporti più o meno sinceri, dentro e fuori la trasmissione. Costui rappresenta il peggio del peggio dell'italica specie maschile. Non sto qui ad elencare le sue molteplici figure di merda perchè so di portare a chi mi legge una buona dose di tedio, mi limito soltanto a sottolineare come la tv renda le persone stupide e  prive di dignità. Pur di restare incollati a quello studio televisivo, che, evidentemente causa alle persone più effetti collaterali di una pompa dell'acqua piena di cocaina infilata su per il naso, tutti, o perlomeno il suddetto Antonio, riesce ad esprimere la sua mascolinità assomigliando sempre di più ad un etero che si finge etero ma che in realtà non lo è. Gli è stata data l'opportunita di conoscere donne su donne, tutte molto carine e altre davvero belle, ma niente. Non scatta nulla per cui preferisco troncare qui la nostra relazione. Ma come, ieri sera mi hai detto che ti piacevo tanto e oggi in trasmissione mi dici così? Lo so, ma ci ho pensato stanotte e non me la sento. Questo è il succo in sintesi di 2 anni di presenza fissa e fastidiosa di Antonio in trasmissione. Stiamo parlando di un sessantenne, non dello sbarbato di vent'anni, qui si tratta di maturità ritardata, di andropausa marcita, ecco, qui si parla della vera essenza del mancato tronista prima maniera. 
Quindi, non mi si venga a dire che la gioventù che rappresenta Maria De Filippi è brutta e cattiva, più brutti e cattivi sono questi anziani che non si arrendono al fatto di aver perso il treno in gioventù e lo rincorrono arrancando, proseguendo il viaggio in piedi sul predellino. 

2 commenti:

Ibadeth Hysa ha detto...

Madonna Santa, questo patetico personaggio mi mancava. Ma perché sta lì da due anni? Piace? MA A CHI?????

Miss Dickinson ha detto...

Credo che piaccia a Gianni Sperti, a Tina e a Maria De Filippi. Suppongo perchè sia il più attore, colui che si presta ai patetici teatrini organizzati dalla redazione ed è una sorta di prostituto del programma. Obbedisce in cambio di popolarità, lo squallore allo stato puro.