giovedì, aprile 08, 2010

FUORI DA DENTI

Ormai questo blog esiste per modo di dire, ho abbandonato il campo per mancanza di tempo ma non dispero in un prossimo ritorno a tempo mezzo pieno.
In questo periodo ne sono successe diverse, tutte cose non proprio belle, anzi, direi proprio orrende ed è anche per questo motivo che sono un po' incazzata col mondo e con la vita.
Ma, per tornare al senso di queste pagine e ai brontolii che ogni tanto mi scappano come i ruttini agli infanti, dico subito che il mio odio maggiore in questo momento, oltre che per solito Nano Malefico con l'aggiunta di questa new entry, sono loro, i preti.
Non concepisco più la loro figura, per quanto mi riguarda oggi come oggi rappresentano il male assoluto, la vergogna del mondo che già senza di loro si sta dando parecchio da fare e l'inutilità di qualsiasi parola fuoriesca dalla loro bocche peccaminose e viscide.
Recentemente mi è capitato di assistere a due funzioni religiose per accompagnare persone a me molto care passate a miglior vita, ed ho avuto l'ulteriore conferma di quanto il loro ruolo sia un insieme di cose vane, vacue, isolate dalla realtà e pieno di una falsità che non si può non notare ad occhio nudo. E non serve essere prevenuti, per loro dire messa e parlare con i fedeli è come per un commerciante di tessuti vendere due metri di stoffa. Routine senza sentimenti e coinvogimento emotivo.
Sono persone come noi, piene di vizi e di peccati che si ergono da un pulpito dato loro come la De Filippi regala il trono al tronista di turno, e sul quale pontificano e si immischiano su questioni lontanissime dalla loro piccola e inutile vita.
Demonizzano l'omosessualità come fosse il peggiore dei mali: si, quella degli altri,perchè la loro c'è ma non si vede e se si vede siamo noi che ci accaniamo contro la santa chiesa. La pedofilia interna al loro piccolo mondo si deve nascondere, ma ogni quavolta quacuno scoperchia la pentola, anche lì la colpa è di chi se n'è accorto, di chi ne ha parlato, di chi denuncia questa barbarie compiuta col crocifisso sul petto e il collarino al collo.
Sono profondamente contro questa realtà, sono contro i religiosi, la chiesa, il papa, tutto quello che alle elementari le suore hanno provato ad insegnarmi senza riuscire mai a comprarmi nemmeno per un secondo.
Sono passata solo per dire questo e per sfogarmi, chi si sente offeso dalle mie parole può tranquillamente cancellarmi dai preferiti.
Un bacio ai miei amici e a presto.

15 commenti:

Ibadeth ha detto...

Che dire? quoto proprio tutto...

Miss Dickinson ha detto...

Ibadeth, mi fa tanto piacere che la pensi come me!

Kimo ha detto...

Ciao Miss, mi sei mancata.
Sui preti non mi esprimo, verrebbe fuori un trattato. Avrei troppe cose da vomitare su questi balordi. Meglio che io stia zitto.

Miss Dickinson ha detto...

Kimo, se ti va, puoi parlare quanto vuoi. Mi sei mancato anche tu, purtroppo qui sul blog ci bazzico poco ma appena ho un po' più di tempo spero di tornare come prima.
Un bacione.

zdora ha detto...

sei mancata anche a me! mi spiace sia un bruttissimo momento, cara. ancor più mi spiace che una cosa come la religione, utile soprattutto in questi momenti, venga accoppiata con alcune delle cose più orribili che mi sia mai capitato di vedere (mi è rimasto il viscidume addosso per due giorni, dopo quel servizio delle iene). è tristissimo. mai fui più daccordo con te. quindi non ti preoccupare che n mezzo a noi ci sia qualcuno di così ottuso da non capire quello che vuoi dire...se qualcuno ti toglie dai preferiti per questo non è un male

Miss Dickinson ha detto...

Zdorina, che bello sentirti!
Sono certa che la religione e i preti siano due cose diametralmente differenti. Però è anche tanto difficile scinderle a volte, però uno ci prova e cerca di andare avanti.
Il servizio delle Iene non sono riuscito a vederlo, ho provato ma mi fa troppo schifo ed è questo il solo effetto che può fare.
Grazie per essere passata tesoro, ti mando un bacio immenso e casomai ci "rivediamo" su Facebook!

Anonimo ha detto...

Ciao dopo tanto ci risentiamo!
Sono uomini e la storia insegna che alla fine molti di loro sbagliano... infatti dovrebbero meno predicare agli altri e pensare più a cosa succede al loro interno... e più che predicare dovrebbero concretamente aiutare gli altri..qualcuno lo fa ma i preti veri, autentici penso siano proprio pochi..
ciao

http://www.elisadireteombrosa.splinder.com/

pOpale ha detto...

Il tuo sfogo è comune.
Un abbraccio

Matra ha detto...

Ciao Miss...è sempre un piacere leggerti!
Premesso che all'interno dell'organizzazione ecclesiastica vi sono anche preti che si danno da fare in modo straordinario per il prossimo, purtroppo se dobbiamo dare un giudizio generale sulla Chiesa dobbiamo dire che fa schifo.
Un'organizzazione fatta da uomini che ha sbagliato molto spesso e che continua a farlo senza mai ammettere le proprie colpe (se non con ritardo di secoli).

Miss Dickinson ha detto...

Elisa, che piacere ritrovarti!
Si, sicuramente qualcuno di valido ci sarà ancora e sempre esisterà, ma sono troppi quelli che si sporcano con robe aberranti e maledette. Io avevo già perso la fiducia in loro da tempo immemore, puoi immaginarti il mio pensiero attuale..:)

Popale, non so dirti se è un bene o un male. Parlo del fatto che il mio sfogo sia comune, eppure ancora in troppi stanno sotto la finestra del papa ad aspettare che si affacci. E questa cosa, credimi, non l'ho mai capita.
Un bacione.

Matra, sempre lieta di ritrovarti!
Si, hanno sbagliato tante volte e continuano a farlo. Se poi penso al papa Giovanni Paolo II che quasi fanno santo nonostante le innumerevoli colpe, mi viene la pelle d'oca..

Ornella ha detto...

Quando ormai disperavo di rileggerti, eccoti qui finalmente! Condivido ogni tua singola parola, dalla prima all'ultima!

Miss Dickinson ha detto...

Ornella, ogni tanto ci provo a tornare ma arrivo alla sera che sono sfranta e non ce la faccio.
Ti mando un bacio e speriamo di risentirici presto.
Una domanda, ma tu ci sei su Facebook? Col tuo nome non ti ho trovata, ma magari con uno pseudonimo..

Ornella ha detto...

No, non ci sono su facebook, non so perchè ma non mi attira. La ritengo una cosa più per adolescenti e poi mettere tutte le proprio cose in giro per l'web mi spaventa un po'. Forse sbaglio e dovrei invece decidermi ad iscrivermi anch'io. Un bacione

Miss Dickinson ha detto...

Ornella, ti dico, in realtà non serve ad una benemerita mazza questa cosa di Facebook. Io ci sono per poi non farci un fischio, però ho ritrovato un sacco di amici blogger che altrimenti avrei perso e qualche amico in carne ed ossa.
Appena ti decidi fammelo sapere così ti chiedo l'amicizia!

LAURA ha detto...

Che bello Miss, finalmente sei tornata! Sono contenta! Dopo le ultime vicende accadute, non si può che essere d'accordo su quanto scrivi...