domenica, marzo 09, 2008

IL CRIC DELL'UMORE

In questi giorni, mentre tornavo mesta mesta dalla banca, mi è capitato di riascoltare un vecchio cd che la mia sorella blogger aveva masterizzato una manciata di anni fa.
Come spesso avviene al mio ritorno da quel luogo di disgrazia, sono abbastanza triste e depressa, ragion per cui, un po' di buona musica non può far altro che rallegrare il mio spirito tapino e affranto.
Ed è allora che ho riascoltato un pezzo che, inaspettatamente, ho deciso di inserire al primissimo posto nella mia lista personale delle canzoni d'amore.
Io che non sono per nulla romantica, mi sono trovata a vivere le emozioni di questa cantautrice sconosciuta ai più, che in una canzone ha raccontato uno spaccato di vita in maniera, secondo me, semplice ed efficace.
Come descrivere la fine di un amore? Paola Massari ha scelto le parole giuste, le ha misurate con abilità e ha creato questo piccolo gioiellino che è "Resta mio".
Nell'ascoltarlo ho anche avuto un moto di commozione, ma ora non so più se perchè avevo dato una sbirciatina al mio estratto conto, o per le parole toccanti della cara Paola.
Rimane il fatto che costei, ex moglie di Claudio Baglioni, nel 1994 compose questo piccolo capolavoro(il testo, se ci fate caso, parla di lui e della fine del loro amore), che in quel giorno di mestizia, mi ha accompagnato per un po' sulla strada del ritorno.
Ho pensato al suo dolore di donna tradita e ferita e al mio di donna col conto in rosso e un finanziamento da finire di pagare.
Ma mentre la ascoltavo cantare e la mia mente seguiva il filo del suo discorso, mi sono accorta di quanto la musica faccia bene a volte nei momenti sciagurati nei quali vedi davanti a te un mucchio di macerie e nessuna voglia di ricostruire.
Uscire dalla banca maledetta e farsi cullare dalla voce roca della Paola, mi ha fatto riscoprire una canzone che ho sempre amato e ha fatto sì che dimenticassi la faccia a culo del cassiere che mi ha ricordato un piccolissimo particolare che sapevo anche da sola, senza la sua velata e inopportuna tirata d'orecchie.
Salita in macchina, ho acceso l'autoradio e la musica mi ha accompagnata a casa.
E dopo la Paola c'era Ligabue con "L'odore del sesso".
A quel punto il cassiere dalla faccia a culo e il mio conto che vive un momento difficile, sono davvero diventati due puntini lontani, minuscoli e sempre più invisibili.





20 commenti:

viola21 ha detto...

io penso che se la canzone successiva era l'odore del sesso vorrà dire che è in arrivo una buona notizia :)

LAURA ha detto...

Mi sono sentita tutta la canzone di Paola da te postata, per la prima volta perchè devo dire che non la conoscevo affatto prima...hai ragione le parole sono molto belle!

Avanguard ha detto...

La canzone è assolutamente splendida e le tue parole dimostrano ancora una volta come la poesia, in tutte le sue manifestazioni, possa lenire alcuni "dolori" grandi o piccoli che siano. Perchè queste sono cose che non ci abbandonano mai e che nel tempo, a mio avviso, accumulate come piccoli mattoncini ci aiutano in un inspiegabile percorso di crescita che può portarci lontano :-)

Jansen ha detto...

io, al tuo posto, avrei messo Vaffanculo di Marco Masini e l'avrei cantata a squarciagola pensando al cassiere XD

gds75 ha detto...

come si dice a napoli Adda passà a nuttata... resisiti che lo sai che siamo tutti con te...

Anonimo ha detto...

Non conoscevo questa canzone. Oibò!
L'importante è che la musica risollevi un po' l'umore. Che poi piano piano le cose si assestano. Io lo spero sempre.
Ti abbraccio fortissimo
Betta

pensierorosa ha detto...

non l'avevo mai sentita...
stasera me la scarico!!

un abbraccio

Monicanta ha detto...

Il potere della musica... :)
ti consiglio di ascoltare "Willy Coyote" di Finardi... mi mette sempre di buonumore :)

francy ha detto...

Forza Miss e Sara! Vi abbraccio forte forte!

Miss Dickinson ha detto...

Viola, guarda, ora come ora la buona notizia dovrebbe essere una pioggia di eurini dal cielo, per il sesso, posso aspettare! ;-))

Laura, sono contenta che ti piaccia, questa canzone secondo me è un piccolo gioiellino! :-)

Avanguard, è proprio così, a volte basta davvero poco per addolcire un momento e la musica spesso riesce a fare egregiamente il suo dovere. Ti abbraccio:-)

Jansen, mi sa che sarebbe stata molto più opportuna, ma chissà che non mi avrebbe innervosito di più. Invece una canzone d'amore, proprio perchè lontana anni luce dal momento che stavo vivendo, è riuscita a fare il miracolo. Oscuri misteri della musica..^___^

Gds, cercherò di resistere, e poi scriverlo riesce anche a calmare un po' i nervi, senza dimenticarmi di tutti voi che ormai per me siete preziosissimi!

Betta, questa canzone parla di Claudione come meglio non si potrebbe, in questo la Massari è stata unica!
Grazie tesoro, sei sempre tanto gentile. :-))

Pensierorosa, allora buon ascolto!

Monicanta, appena riusciremo a far ripartire emule, che ci ha abbandonato grazie al router di Alice, seguirò il tuo consiglio!
:-)

Francy graze carissima, ci sembra quasi di sentirlo!;-)

Roberta ha detto...

Cara Miss,
sono tornata dalla Sicilia, e mi devo leggere anche i tuoi post precedenti...
Ma quanto e' piu' bella la Paola i quell'altra(neanche so il nome!)?

caterinapin ha detto...

Neppure io conoscevo questo pezzo, bello!
Hai ragione, anche a me la musica fa compagnia a e mi aiuta nei momenti difficili, credo che se nella mia vita non fosse esistita la musica le cose mi sarebbero andate molto peggio in certi momenti...
Ti abbraccio cara e spero davvero che questo tuo brutto momento passi in fretta (ti capisco sai, perché anch'io non "navigo" bene...)
Un bacio
Cate ;)

http://www.lateoriadeigorghi.splinder.com/

Marco ha detto...

e io che vedendo la prima immagine di questo post pensavo che tu avessi ascoltato la Banda Bassotti XD

Isabel Green ha detto...

ogni tanto staccare un pò aiuta cmq ;)

Mimmo ha detto...

forza forza forza! :)

elisa di reteombrosa ha detto...

Ehilà ciao!!!
Mi ricordo di questa Paola, appunto ex di Baglioni, anni fa a Domenica In da Pippo....Bel pezzo!

Concordo con te....come cantava Max Gazzè : "Una musica può fare...
Salvarti sull'orlo del precipizio.."

a me aiuta e ha aiutato sempre tanto...mi rimette in moto, mi dà fiducia...mi dà carica!!!!
ciaooooo

Miss Dickinson ha detto...

Roberta, la Paola è sicuramente più bella della Rossella, non c'è proprio paragone!

Caterina, la musica spesso è terapeutica e il fatto che ci sia è davvero confortante..

Marco, quella della foto è Banca Bassotti, decisamente molto peggio! :-)

Isabel, eccome se aiuta!

Mimmo, grazie, ce la stiamo mettendo tutta e ce la dobbiamo fare!

Elisa, è proprio vero, la musica può fare veramente, è qualcosa che spesso ti aiuta a pensare e a risalire la china. Una dono del cielo!

Anonimo ha detto...

Mi è piaciuta da sempre questa canzone, sentirla ora on line è bellissimo...ti ringrazio di aver rinnovato in me emozioni lontane...e ti auguro cara Miss, tutto il bene e la fortuna del mondo, sei troppo simpatica.
PS: è un vero peccato che Paola non abbia proseguito, scrive in un modo femminile unico e sensibile come pochi.....è una persona speciale, davvero.
buon tutto smakkk

Anonimo ha detto...

Ciao, grazie per aver lasciato a disposizione questo file, che conoscevo(ho il cd di Paola).
Ma per correttezza d'informazione, Paola non è una donna tradita, se è stata feirta non so, ma non tradita, le cose andarono diversamente, senza stare a puntualizzare, perchè sono SOLO e comunque fatti loro.
Grazie ancora.
S.

Anonimo ha detto...

E io sono Paola, Paola Massari....sono capitata qui per caso, ed ho letto con piacere qualcosa che mi riguarda e che ignoravo...grazie di cuore...a tutti...baci baci...paola