venerdì, settembre 30, 2011

L'INSALATA

Non esistono più gli uomini di una volta, ormai è appurato. Così come le donne non sono tutte come quelle della tv e della cronaca. Ormai veniamo disegnati tutti un po' come delle macchiette e la pubblicità in questa cosa ha fatto sicuramente da apripista.

Prendiamo lo spot dell'EstaThe: il fusto di turno si trova al ristorante, si presume, per un pranzo veloce. Nel mio piccolo mondo antico, il maschio ruspante avrebbe mangiato qualcosa di leggero, che so, un risottino, un po' di prosciutto e melone, un panino al tonno. Lui no, opta per un'insalata con verdurine di stagione, chiede espressamente pomodorini, basilico e zucchine dell'orto. Già questo a me, donnino antiquato e fuori moda, fa accapponare la pelle, anche perchè io l'insalata al ristorante non la mangerei neanche sotto tortura. Nel senso, la mia idea di "leggerezza" è abbastanza diversa, ma ormai ho capito che il mio stile somiglia più a quello di un bracciante agricolo appena tornato da una giornata sui campi, che altro.
Ma torniamo al tipo dello spot. Dopo aver chiesto al cameriere tutto questo pout pourri di verdure, arriva la domanda fatidica: e da bere? Blocco totale del ristorante intero, ed ecco la risposta che non avremmo mai voluto sentire. "Un EstaThè!".
Ora, va bene che le ragazze di Sex And the city mangiavano insalate e bevevano thè freddo praticamente tutti i giorni tra una chiacchiera e l'altra, ma noi siamo abituate a vedere maschiacci che mangiano tegamate di fagioli, omaccioni con il paninozzo al salame toscano, o nerboruti fustacchioni che trangugiano birrozze gelate giusto per rilassarsi un po'. E' inaccettabile l'uomo che mangia insalate e beve un teino striminzito per non appesantirsi lo stomachino da uccellino.
Pubblicitari, vi prego in ginocchio, non ci piace l'uomo che usa l'antiocchiaie e che mangia le insalatone, non ci è mai piaciuto.
Lasciateci sognare col principe azzurro che schifa la rucola ma adora le patate fritte; è così che deve essere, guai a litigarci l'ultima foglia di radicchio nel piatto, non è umano e non lo sarà mai.
E non è che pe
rchè lo beve il ragazzone dello spot domani tutti i muratori del cantiere vicino casa vanno a comprarsi l'EstaThè al posto della birra; e nemmeno noi donne berremo gioiose il teino giusto perchè il tipo si esalta alla sola vista. Anzi, per quanto mi riguarda con questa roba ho chiuso. Ormai sono solo una consumatrice delusa.





14 commenti:

Ibadeth ha detto...

A parte che sa di piscio di gatto.

Miss Dickinson ha detto...

Ecco, immaginiamo il piscio con l'insalata...

pOpale ha detto...

Per me nemmeno sir Elton John mangia solo un'insalta accompagnata da tè freddo con la cannuccia!!!

Miss Dickinson ha detto...

pOpale, nessuno sano di mente mangerebbe un'insalata accompagnata dall'EstaThe!

Kimo ha detto...

Ma un sano bicchiere di vino, no eh?
Secondo loro uno, così attento alla linea, dovrebbe pasteggiare con una bevanda piena di zuccheri?
Me lo immagino proprio il tipo, che passa le giornate a braccetto col personal trainer, che mangia solo petto di pollo ai ferri e verdure (frutta... poca), andare in giro a chiedere del caramello aromatizzato con qualcosa che dovrebbe avere il sapore del tea!
Certo, come no... com'è vero che esistono le marmotte che incartano la cioccolata!
Il mondo dei pubblicitari è lo specchio della società italiana in cui viviamo. Vi lavorano solo figli di papà, privi di qualsiasi talento e capacità, che trovano divertenti queste amenità idiotically correct.
Un circolo chiuso che ha perso ogni contatto con la realtà, ragiona in maniera autoreferenziale e riesce a produrre solo pacchianate.
I tempi di gente come Pino Pilla sono lontani, molto lontani e, con mio sommo dispiacere, non torneranno più.
Ora però, basta col livore!
Cerco di pensare a qualcosa di bello e di positivo.
Cara Miss, ti lascio con il mio grido di battaglia:
Stasera... patatine fritteee!

Anonimo ha detto...

Ciao,
ho letto il tuo post e non posso che condividere cio' che pensi: io apprezzo l'uomo che ama la cucina mediterranea: pasta, carne, formaggio e patatine a go go!E senza badare alla dieta(non sopporto le donne che a pranzo mangiano solo insalate, figurati gli uomini). Se poi questo significhi essere piu' virile non saprei dirti ma sicuramente l'apprezzo!
Felice di leggerti(ti ho trovato in un commento di Ibadeth)Annalizard

Miss Dickinson ha detto...

Kimo, che bello rileggerti dopo tanto tempo!
Tornando al tizio in questione, non si capisce come mai i pubblicitari abbiano potuto pensare che un uomo che mangia insalata e beve the, possa essere il testimonial perfetto senza apparire ridicolo.
Comunque, senza indugi, mi unisco al tuo grido di battagia e ci piazzo anche la cena che mi papperò stasera, come ulteriore sberleffo allo spot: rosticciana al forno forever!
Baci!

Annalizard, intanto, benvenuta da queste parti!
Concordo con te, non saprei dirti se il fatto di mangiare sano (o insano, dipende dai punti di vista) possa essere segno tangibile di virilità. Sono sicura però che se dovessi uscire con un tipo del genere che sicuramente mangia e beve meno di me, a fine serata ci diremmo addio senza rancore.. ^___^

Anonimo ha detto...

Miss (Vale?), guarda che mi sono accorto già da tempo che sei tornata.
Ti ho pure mandato un'email all'indirizzo di posta elettronica che compare qui sul blog.
Data: 08/09/2011 - Mittente: un certo Luc Langlais (per inciso, è il mio nome d'arte) - Oggetto: Saluti e refusi.
Io continuo a seguirti, anche se non sempre sono in vena di lasciar commenti in calce ai tuoi posts.

Un bacione,
Kimo/Luc/Gianluca

annalizard ha detto...

Ciao,
ho letto il tuo post e non posso che condividere cio' che pensi: io apprezzo l'uomo che ama la cucina mediterranea: pasta, carne, formaggio e patatine a go go!E senza badare alla dieta(non sopporto le donne che a pranzo mangiano solo insalate, figurati gli uomini). Se poi questo significhi essere piu' virile non saprei dirti ma sicuramente l'apprezzo!
Felice di leggerti(ti ho trovato in un commento di Ibadeth)Annalizard

p.s.: scusa se ho doppiato il mio post ma ora...non sono piu' anonima!

Miss Dickinson ha detto...

Kimo, ma io non ho ricevuto niente, porca miseria! Non so se la tua mail è andata a finire nello spam, o io, non conoscendo il mittente, l'ho cancellata. Comunque,ora inserisco la tua mail che credo trovero sul tuo blog abbandonato, così non ci saranno più problemi. Ciao!

Kimo ha detto...

Miss, lascia stare, ora ci penso io.
L'email è attiva, ma ne ho altre 3 e quella la uso prevalente per le scorribande su internet; quando sono a caccia di qualcosa e mi chiedono di compilare un modulo per le newsletters, do quell'indirizzo, che ormai è pieno d'immondezza.
Se t'interessa il meravigliso mondo delle vendite per corrispondenza, posso passarti qualche link.
So bene che non riusciresti mai a rinunciare a cose come una schiumarola-scolafritto-vibrante, o al grande dizionario enciclopedico dei proverbi in tocario.

Ora ti cerco io,
è una minaccia, non è una promessa!

Miss Dickinson ha detto...

Kimo, mi hai trovata e ora siamo amici anche di là! :-)

Miss Dickinson ha detto...

ANNALIZARD, sul tuo blog mi è impossibile commentare. Mi registro e mi appare la scritta, "spiacente ma non è posibile esaudire la tua richiesta" o qualcosa del genere. Ci ho provato da 2 computer diversi ma non c'è niente da fare..

gds75 ha detto...

cretino io che ci avevo visto una citazione ad harry ti presento sally... comunque se a me propnoessero il the freddo per accompagnare l'insalata di stagione partirebbe un vaffa praticamente immediato!!!