martedì, febbraio 02, 2010

PAROLE, PAROLE, PAROLE

Non ho mai provato molta simpatia per Morgan, però non l'ho mai ritenuto completamente stupido, anzi. Ho sempre pensato che avesse avuto una gran fortuna, nel senso: dietro quell'aria da "famolo strano", occhio bistrato, capello sparato, poi ti reinterpreta il pezzo di Umberto Bindi e tutti a dire quanto è bravo Morgan, quanto è all'avanguardia Morgan. Tuttavia, buon per lui, mi viene da dire.
Oggi, risulta che, in un intervista che uscirà a giorni su "Chi", abbia fatto una specie di inno alla droga: lui fuma crack tutti i giorni e sta benissimo.
Vabbè che è un artista e in quanto tale non può certo bere il chinotto o l'orzata e fumare la pipa, ma dai, ormai sesso, droga e rock'n' roll è una novella vecchia come il cucco. Dov'è l'avanguardia? Dov'è la novità? Non è che a dire queste cretinate automaticamente entra nell'olimpo dei belli e dannati, casomai retrocede in quello dei citrulli e fumati, che è tutta un'altra cosa.
Poi succede che anche Gasparri interviene dicendo che a Sanremo non ci deve andare più in quanto tossicodipendente e anche in questo caso la censura è servita. Perchè la Rai ospita qualsiasi essere nefando ma qualcuno che dice di drogarsi deve stare lontano, lontanissimo da Mamma Rai che caccia i suoi figlioli viziosi perchè non sta bene.
Naturalmente Morgan ha negato di aver rilasciato un'intervista del genere, ma ormai la figuretta, volente o nolente, è bell'e che fatta.
Spero tanto che abbia ragione lui, che sia tutto un ricamo di qualche giornalista fantasioso e che cose di questo genere non siano mai uscite dalla sua bocca. Sarebbe grave se fosse vero, se non altro, a parte l'esempio da dare ai giovani che poi tanto non stanno a sentire nessuno figuriamoci Morgan o chiunque altro, ma soprattutto per lui.
A chi giovano dichiarazioni del genere? Dopo aver ammesso di essere fatto dalla mattina alla sera, cosa dovrebbe succedere?
Non lo so, mi sfugge la necessità di rivelazioni del genere e continuo a sperare che sia colpa di qualcun'altro e non di lui, tra l'altro, padre di una bambina che probabilmente va già alle elementari.
E dunque sa leggere benissimo.

11 commenti:

zdora ha detto...

ricordiamoci però che:
1-morgan si vede benissimo che è sempre strafatto fino alla punta dei capelli, che lo dica o no.
2-sanremo. che sia l'ennesimo caso per richiamare ascolti?
3-la bambina delle elementari è anche figlia di asia argento, e che il padre fumi crac è solo l'ultimo dei problemi che snocciolerà, un giorno, davanti all'analista.

Anonimo ha detto...

Non so se sia giusto o no allontanare Morgan da Mamma Rai perche tossicodipendente dichiarato.
Penso al mondo del calcio, dove Del Piero e Legrottaglie fanno la pubblicità contro la droga, quando uno come Mutu, cocainomane recidivo, ha continuato per anni a giocare.
Due pesi e due misure?

Anonimo ha detto...

hmmm...allora, miss, siediti comoda, perche' qeusto mio commento sara' lungo. Prima di tutto, brava zdora! Mi trovi completamente d'accordo.
Continuando: ho avuto a che fare, indirettamente, con il crack (nel senso che io non mi sono mai fatta, ne' di crack ne' di niente, a parte una canna una nei miei 35 anni d vita, ma una persona a me molto vicina si faceva di tutto, e crack era una delle droghe preferite). Prima di tutto, il crack, checche' ne dica Morgan e lo scriva il giornalista, non e' cocaina purissima (se vedi come si fa, la cocaina e' solo ua minima parte). Questo perche' i poveri nelle casa popolari dei ghetti americani non potevano permettersi la droga pura. E' la droga dei poveri, che costa piu' o meno un $10 a bustina. Il crack non apre il cervello, lo frigge. Se Morgan stesse fatto di crack da mane a sera, non lo si vedrebbe in giro, perche' l'effetto di una fumata dura pochi minuti, e chi e' dipendente dal crack non puo' fare a meno do continuare a fumare tutto il giorno per non stare male. Quindi, prima di tutto, Morgan e' un ignorante che si spara le pose offrendo una visione romantica del quant'e' bello farsi, quanto sono alternativo, pero' a sanremo ci va (cosa non troppo alternativa, a mio avviso). Appena si scatena il putiferio lui nasconde la mano che ha tirato il sasso, e dice: sono stato frainteso, mi hanno teso un tranello. Ora, o ti fai o non ti fai. Non mi sembra che ci siano delle zone grigie nel mezzo, o e' bianco o e' nero. In un contento come sanremo, poi, si doveva pure aspettare che lo cacciassero. Lo sappiamo tutti com'e' sanremo. lo sappiamo tutti che classe dirigente abbiamo, che non appena sente odore di politically incorrect insorge (quando poi anche marrazzo si faceva, e non mi stupirei se qualche altro politico che adesso si indigna non si sia quantomeno sporcato il naso). Che Morgan si faccia-ha una figlia piccola- a me non importa. Ma mi importa per quella figlia che-crescendo con due genitori del genere (uno che strafatto, una che si slinguazza con un cane), che tra l'altro si dicono alternativi (alternativi di che? hai detto ben tu, hanno scoperto l'acqua calda)veramente passera' il resto della sua vita dall'analista.Roberta

Anonimo ha detto...

Appunto !ne parlavo a pranzo con mio marito ,se come dice lui si fa tutti i giorni che bisogno c'è di dirlo urbi et orbi? Ciao da Lia

Ornella ha detto...

Mannaggia Miss, sei rientrata ed io non me ne ero accorta! Evviva!!!
E adesso, a proposito di Morgan, ritengo purtroppo che l'intervista fosse reale e poichè, come da lui dichiarato, era fatto anche in quel momento, non si sia reso conto delle conseguenze di quello che affermava. Personalmente a me come artista non piace, soprattutto perchè si atteggia ad artista genealoide con la puzza, e non solo la coca, sotto il naso. Ma quanto alla decisione di estrometterlo da Sanremo mi sembra esagerata, e quel rivoltante di Gasparri non sputasse sentenze perchè i cocainomani dovrebbero essere aspulsi innanzitutto dal Parlamento e, ancora di più, dal Governo!
Un bacio, Miss

Kimo ha detto...

Era il 2001 e i Bluvertigo cantavano "L'assenzio", forse per stabilire un ideale parallelo con quei poeti maledetti dei quali Morgan si sente l'erede spirituale.
Il testo della canzone non lasciava spazio a molti dubbi, Marco si faceva e, a quanto pare, continua a farsi ancora oggi.
Perché dirlo in un'intervista?
Forse per ingenuità, o per un delirio di onnipotenza, dopo i recenti successi televisivi: avrà pensato, c'è tanta gente in TV che si bombarda come un caimano, solo che lo fa di nascosto, se io lo ammetto pubblicamente, ci faccio la figura del figo.
A me pare molto probabile che fosse fatto pure durante l'intervista e che le sue dichiarazioni siano la logica conseguenza della perdita di inibizioni, dovuto all'alterazione delle facoltà mentali.

Quanto a Gasparri: mi piacerebbe che sparisse dalla circolazione, o che almeno avesse la compiacenza di stare zitto. Verrebbe voglia di dirgli: a Mauri', sei più bello che intelligente! Ma se stai zitto, forse riusciamo a dimenticarci di quella faccia da triglione marinato che ti ritrovi.

Marco ha detto...

mi associo al punto numero 2 di zdora ;-)

in ogni caso, secondo me Morgan è uno dei più sopravvalutati cantautori che ci siano in Italia; e le sue affermazioni sulla droga lo rendono definitivamente un idiota.

Miss Dickinson ha detto...

Zdora, aggiungo anche che uno come lui a Sanremo ci dovrebbe stare come il cavolo a merenda.
E a proposito della bambina, è vero, anche con la madre forse non sarà messa benissimo..

Anonimo, io credo invece che sia sbagliatissimo allontanarlo dalla Rai. Cosa significa? Hai ragione, due pesi e due misure eccome!

Roberta, commento da non RIcommentare. Perfetto!

Lia, è proprio questo il punto: ma chi cavolo glielo ha fatto fare? si tenesse 'ste cose per se!

Ornella, quel rospaccio malefico del ministro ha voluto dimostrare che loro, i fascisti, ripuliscono l'Italia da cose come questa. Per loro la censura è cosa normale, poi però se Le Iene vogliono fare loro il test antidroga si indignano e le cacciano a calci nel sedere. Perchè i nostri politici, o almeno quella parte che grida allo scandalo ogni piè sospinto, sono di un marcio che nemmeno ce lo immaginiamo. Cioè, a questo punto ce lo immaginiamo benissimo!
Grazie Ornella, ti abbraccio!

Kimo, probabilmente è così, ha voluto fare il figo tirandosi la zappa sui piedi. Però, se non sbaglio, una di queste sere avrà una puntata tutta sua di Porta a Porta, quel mezzo prete di Vespa ha fiutato la notizia e ci si è tuffato a piene mani. Non so se Morgan voleva arrivare anche a questo, chissà se penserà di essere stato un gran bischero e basta.
E in quanto a Gasparri, la tua considerazione mi trova perfettamente d'accordo!

Marco, ecco bravo, troppo sopravvalutato. Io non riesco a capirlo il suo talento, ma forse è anche un po' colpa mia, rimane il fatto che non vedo tutto questo genio. E poi con questo casino che ha combinato..che dire, hai detto tutto te!

Suysan ha detto...

A me Morgan proprio non piace, il mio pensiero è che abbia sparato cavolate pur di farsi della pubblicità!

Matra ha detto...

Se ci fai caso ogni anno, prima di Sanremo, puntuale come la morte, scoppia uno "scandaletto".
Serve per attizzare l'audience, scaldare l'ambiente.
La mia sensazione è che sia tutto concordato, previsto e preparato.
Come nei migliori reality...

Anonimo ha detto...

Mi ha un po' deluso sinceramente, soprattutto per la sua ingenuità. Ma non capiva cosa avrebbe combinato con quella dichiarazione?